Menu

soalre italyNon sono bastati ostacoli, attacchi e cattiva informazione. Agli Italiani il solare piace e ben il 90% di loro chiede incentivi anche per le batterie che consentono di accumulare l'energia prodotta da fonti rinnovabili.

Lo rivela l'11° Rapporto "Gli italiani e il solare", realizzato dall'Osservatorio sul Solare della Fondazione UniVerde, in collaborazione con IPR Marketing, presentato ieri nell'ambito di Solarexpo 2014, in occasione del convegno "Cambiamento climatici e rinnovabili: dal V Rapporto IPCC dell'ONU priorità alle rinnovabili" promosso dalla Fondazione UniVerde e IPR Marketing con Cobat, Yingli Green Energy Italia e Lifegate.

"Gli ultimi quattro Governi hanno ostacolato progressivamente il solare in Italia nonostante il grande contributo dato ad occupazione e ambiente e questo è un vero scandalo! Invece di evitare le speculazioni si sta danneggiando un comparto strategico della vera Green Economy - lo afferma l'ex ministro dell'Ambiente Alfonso Pecoraro Scanio - ma gli italiani non credono alla campagna denigratoria contro il solare".

Sconcerta, ma non sorprende, continua il Presidente della Fondazione UniVerde, la totale sfiducia nei Governi. Il 96%, la quasi totalità del campione, pensa che nonostante l'allarme ONU non si farà nulla tranne qualche dichiarazione di facciata. Questo dato trova conferme anche nelle risposte alla domanda sulle lobby di maggiore influenza. Secondo gli intervistati, infatti, il gruppo di pressione più forte è quello dei fossili, petrolio e carbone in primis, al 72%, mentre solo un 50% ritiene influenti anche le aziende green e i movimenti ambientalisti.

italiani solare

italiani solare2

Leggi il nostro SPECIALE SOLAREXPO-THE INNOVATION CLOUD 2014

Roberta Ragni

GreenBiz.it

Network