Menu

smaltimento rifiuti agricoliCome avviene lo smaltimento dei rifiuti agricoli? I prodotti e i materiali di scarto che derivano dalle attività agricole vengono considerati dalla legge come rifiuti speciali. Il Dlgs 5 febbraio 1997, n. 22, prevede infatti un elenco che indica come speciali i rifiuti derivanti dalle attività agricole da orticoltura, silvicoltura, acquicoltura, caccia e pesca.

L'elenco ha in seguito subito alcune modifiche con l'entrata in vigore delle specifiche europee. I rifiuti vengono ora contrassegnati e identificati sulla base del Catalogo Europeo dei Rifiuti, che elenca i principali rifiuti pericolosi e non pericolosi derivanti dalle attività agricole. Alcune tipologie di rifiuti prodotti dalle aziende agricole presentano caratteristiche simili ai rifiuti urbani e risultano ad essi assimilabili.

Tra i rifiuti più problematici prodotti in ambito agricolo troviamo i contenitori vuoti degli agrofarmaci. Le tracce di prodotto rimaste nei contenitori possono provocare gravi danni ambientali, se non si provvede ad un corretto smaltimento. Spesso i contenitori degli agrofarmaci vengono abbandonati nei campi, bruciati o sotterrati, come spiega Syngenta, che propone indicazioni pratiche agli agricoltori e ai tecnici sulla corretta gestione dei rifiuti prodotti in agricoltura.

Per avvicinare gli operatori del settore agricolo ad un corretto smaltimento dei rifiuti, Syngenta si occupa di diffondere materiale informativo ed ha avviato una collaborazione con Cascina Pulita, una società di smaltimento di rifiuti agricoli, tra cui troviamo le confezioni di agrofarmaci, ma anche gli oli esausti, con sede in Piemonte.

Cascina Pulita, in collaborazione con Coldiretti Viterbo, ha presentato di recente un nuovo progetto, nato per portare una vera e propria isola ecologica nelle aziende agricole. L'iniziativa servirà a facilitare il ritiro a domicilio dei rifiuti presso le aziende. stesse. Per semplificare le operazioni di raccolta e trasporto, verranno impiegati speciali mezzi brevettati appositamente per il progetto.

Alle aziende agricole verrà consegnata una piccola isola ecologica con contenitori adeguati allo stoccaggio dei rifiuti, in base alle esigenze di ogni produttore. Il sistema solleva l'azienda da qualunque adempimento burocratico e costituisce la garanzia di essere in regola durante i controlli ispettivi sui rifiuti. Il servizio a domicilio rivolto alle aziende agricole va a completare l'offerta già presente sul territorio, facilitando la gestione dei rifiuti da parte dei produttori e garantendone il corretto smaltimento.

Marta Albè

GreenBiz.it

Network