Menu

incarichi_aziendaliGiorgio Arienti è ancora il presidente del Centro di Coordinamenteo RAEE (Rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche). A confermare la carica del direttore generale di Ecodom (uno dei 15 Sistemi Collettivi che si occupano della Gestione e raccolta dei RAEE) al vertice dell’organismo è stato il comitato esecutivo del Centro.

Il Centro di coordinamento è costituito dai Sistemi Collettivi istituiti per la gestione dei Raee (decreto legislativo 151/2005) e ha il compito di ottimizzarne le attività di competenza, garantendo che tutto il Paese venga servito con modalità e in condizioni operative omogenee.

Ma la conferma di Arienti al vertice del Centro non è stata l’unica designazione avvenuta recentemente nell’ambito del sistema Raee. Nelle scorse settimane l’assemblea del Centro di coordinamento ha eletto anche il nuovo comitato esecutivo di cui fanno parte, oltre al presidente Arienti, i consiglieri Danilo Bonato (direttore generale di Consorzio Re.Media), Giulio Rentocchini (presidente di EcoR'it), Giancarlo Dezio (direttore generale di Ecolight) e Alberto Canni Ferrari (country manger Italia di ERP).


Ho accettato l’invito dei Colleghi del Comitato esecutivo a mantenere la presidenza del Centro di Coordinamento RAEE – ha dichiarato Giorgio Arientiperché credo sia necessario portare a termine la costruzione del nuovo Sistema RAEE che abbiamo iniziato insieme oltre tre anni fa. Nei prossimi mesi, infatti, sarà essenziale assicurare il corretto avvio del ritiro “1 contro 1“ da parte della Distribuzione, che a partire dal 18 giugno prossimo consentirà al cittadino che acquista una nuova apparecchiatura elettronica di lasciare al negoziante quella vecchia, affinché anche nel nostro Paese sia possibile arrivare ai risultati di raccolta già da tempo raggiunti in molti altri Stati europei”.

Il sistema Raae attualmente serve oltre 3mila centri di raccolta in tutto il territorio nazionale e verrà ulteriormente ampliato con l’entrata in vigore del decreto che stabilisce il ritiro “uno a uno” dei rifiuti elettronici. Nel 2009 sono state raccolte 193 milioni chilogrammi di questi rifiuti, cioè circa 3,21 kg per abitante.

Rosamaria Freda

 

GreenBiz.it

Network