Menu

rifiuti imballaggioIl settore della produzione e del riciclo degli imballaggi di legno sta attraversando un periodo di crisi. Il calo dei consumi si ripercuote anche sulla filiera del riciclo. Il consorzio nazionale Rilegno per la raccolta, il recupero e il riciclaggio degli imballaggi di legno dà una fotografia della situazione.

Il periodo negativo riguarda in particolar modo l'anno 2012, che è stato caratterizzato da una quantità inferiore di prodotti e di imballaggi rispetto al 2011. La crisi colpisce maggiormente il settore degli imballaggi industriali e commerciali. Per il legno è stato così registrato un dato al ribasso, pari al -6,2% nell'immesso al consumo per il 2012, rispetto al 2011.

Rilegno, nel 2012, si è occupato della gestione di oltre 1 milione e 465 tonnellate di rifiuti legnosi in tutta Italia, raccolti grazie alle convenzioni con comuni, aziende e soggetti pubblici e privati presenti sul territorio nazionale. I rifiuti da imballaggio comprendono pallet, cassette ortofrutticole e imballaggi industriali, per un totale di 693 mila tonnellate raccolte nel 2012. Il dato permette di evidenziare un forte calo rispetto al 2011, pari al -18%. La discesa ha riguardato anche l'immesso al consumo, che ha visto una riduzione di circa 140 mila tonnellate.

Si è ridotta anche la richiesta di legno post consumo da parte delle industrie trasformatrici, anch'esse colpite dalla crisi. Nel 2012, 837 mila tonnellate di rifiuti recuperati sono stati avviati al riciclo meccanico a materia prima per la trasformazione in pannello truciolare, che viene impiegato dalle aziende produttrici di mobili.

La quantità è pari al 39% dell'immesso al consumo. Una parte dei rifiuti in legno viene inoltre avviata alla produzione di pasta cellulosica per le cartiere e di blocchi di legno-cemento, che vengono impiegati in bioedilizia. Lo 0,4% dell'immesso al consumo, pari a 11.750 tonnellate di rifiuti in legno da imballaggio, è stato avviato al compostaggio, mentre una percentuale destinata a crescere, pari al 3,7% dell'immesso al consumo, è stata utilizzata per il recupero energetico.

Nel 2012 il lavoro di Rilegno si è svolto grazie alla presenza di 389 piattaforme convenzionate, che hanno permesso una copertura omogenea del servizio su tutte le regioni italiane. La quota del contributo ambientale per gli imballaggi di legno è rimasta fissa ad 8 euro a tonnellata, con condizioni vantaggiose per i produttori e i riparatori di pallet che fanno parte di sistemi riconosciuti e di circuiti controllati.

Marta Albè

GreenBiz.it

Network