Menu

bottiglie_vetroGli europei, e gli italiani in particolare, preferiscono il vetro: stiamo parlando di imballaggi e contenitori e, dall’ultima indagine europea diffusa dalla “European Container Glass Federation” (Feve, Federazione europea dei contenitori di vetro), risulta che il vetro viene preferito agli altri materiali, plastica in primis, per questioni di igiene e sicurezza, di mantenimento delle proprietà dei cibi e di facilità di riciclo. Un italiano su due lo preferirebbe anche per il latte, ma solo il 6% riesce a trovarlo sugli scaffali dei supermercati.

Se non stupisce la preferenza e l'utilizzo del vetro nel caso di vino, birra e altri alcolici, i dati del sondaggio lo confermano materiale vincente – nella percezione dei consumatori – anche per alimenti, bibite e condimenti. I motivi, come dicevamo, sono vari: il 54% dei consumatori europei (la percentuale sale al 62% per gli italiani) sceglie di acquistare prodotti contenuti nel vetro perché mantiene intatto il gusto di ciò che contiene, il 48% perché è sicuro e non provoca danni alla salute (58% in Italia) e il 43% dei consumatori sia europei che italiani lo preferiscono perché è amico dell’ambiente. Il vetro è infatti il materiale in assoluto più riciclato, arrivando all'80,1% in Europa e 86,3% in Italia.

Il problema sta dunque solo nel fatto che bottiglie e barattoli di vetro non si trovano spesso in commercio: l'acqua minerale ad esempio è uno di quei prodotti che il 52% degli italiani vorrebbe trovare in contenitori di vetro, così come gli yogurt (45%) e i succhi di frutta (48%). Attualmente in Italia il vetro rimane il materiale più utilizzato per spumanti e vini frizzanti (77%), vino (62%) e birra (67%), mentre per gli altri prodotti le percentuali calano drasticamente: il 44% per le salse, il 50% per i condimenti e appena il 17% per i cibi per bambini, con numeri ancora più bassi in Europa.

La ricerca, pubblicata dalla società InSites, ha coinvolto 17 paesi europei (Regno Unito, Paesi Passi, Germania, Francia, Polonia, Austria, Repubblica Ceca, Belgio, Ungheria, Portogallo, Spagna, Italia, Grecia, Turchia, Slovacchia, Svezia, Svizzera) e ha indagato sulle opinioni dei consumatori (8000 gli intervistati) nei confronti degli imballaggi, evidenziando una propensione sempre più diffusa verso comportamenti di acquisto responsabili e orientati alla sostenibilità ambientale. Una linea seguita e promossa anche dalla Commissione Europea, che ha recentemente pubblicato una raccomandazione che invita i genitori ad utilizzare biberon in vetro, in quanto più sicuro per la salute.

Come per i prodotti sfusi e le sporte di tela per la spesa, dunque, siamo di fronte ad un ritorno al passato con l'utilizzo – o la ricerca - di bottiglie e contenitori di vetro, più sicuri, funzionali e sicuramente anche più amici dell'ambiente.

Eleonora Cresci

 

GreenBiz.it

Network