Menu

riciclo_TetrapakNasce dall'esperienza di Lucart group il primo impianto in Italia dedicato alla produzione di carta totalmente ecologica. Ottenuta grazie al recupero delle fibre di cellulosa contenuta nei contenitori di Tetra Pak, la speciale carta verrà riutilizzata per il settore del cosiddetto “tissue”, che comprende carta per cucina, carta igienica, tovaglioli, tovaglie e fazzoletti.

La speciale carta era già stata presentata qualche mese fa, ma adesso è stato finalmente realizzato il primo impianto di produzione. Quest'ultimo sfrutta le potenzialità del Tetra Pak, le cui fibre di cellulosa non sbiancate sono paragonabili alla cellulosa vergine. Da qui l'idea di riutilizzarle: attraverso un innovativo processo di trattamento il prodotto assume particolare resistenza e assorbenza.

Un ulteriore vantaggio legato alla tecnologia sviluppata da Lucart Group è quello che consente di avviare al recupero in altre attività manifatturiere anche la parte di materiale plastico e di alluminio contenuto nei contenitori per Tetra Pak, senza l'utilizzo di sostanze dannose per l'uomo e l'ambiente. La separazione tra le componenti plastiche e di alluminio dalla parte fibrosa avviene per effetto di azione meccanica e di separazione fisica, senza l’utilizzo di sostanze chimiche. Per realizzare un simile impianto, sono stati necessari oltre 10 milioni di euro.

Siamo orgogliosi di questo progetto” ha commentato Massimo Oriani, direttore marketing di Lucart Group. “Si tratta di un investimento importante - continua - che pone ancora una volta la nostra azienda all’avanguardia per quanto riguarda non solo l’innovazione, ma anche il rispetto e la sostenibilità ambientale offrendo al consumatore il massimo della qualità nel pieno rispetto dell’ambiente”.

Due saranno le linee di carta che vedranno la luce dalla nuova lavorazione: Eco Lucart Natural, che sarà destinata al mercato professionale e Grazie Natural, destinata invece al mercato consumer.

Ultima nota di merito. Eco Lucart Natural ha anche ricevuto una targa tra i migliori progetti segnalati al Premio all’Innovazione Amica dell’ambiente 2010, promosso da Legambiente.

Francesca Mancuso

 

GreenBiz.it

Network