Menu

legno accIl 2015 porta importanti novità per gli imballaggi. Diminuisce, infatti, il Contributo Ambientale per gli imballaggi in acciaio e legno. Il Consiglio di Amministrazione CONAI, sentito il parere dei Consorzi Ricrea e Rilegno, ha deliberato la diminuzione e, conseguentemente, anche quella per alcune procedure forfetarie. La riduzione sarà operativa a partire dal 1° aprile 2015.

ACCIAIO - Il Contributo per l'acciaio passerà dagli attuali 26,00 Euro/ton a 21,00 Euro/ton.

"Grazie alla efficiente gestione operativa di Ricrea e ad una più attenta gestione dei ricavi derivanti dalla cessione dei materiali raccolti ed avviati a riciclo – spiega Federico Fusari, Direttore Generale di Ricrea -, è stato possibile conseguire l'obbiettivo di riduzione del contributo ambientale, pur in presenza del rinnovato accordo quadro Anci Conai che prevede significativi aumenti dei corrispettivi garantiti ai comuni a carico del sistema Consortile. È un importante segnale per le imprese operanti nel settore, produttrici e utilizzatrici di imballaggi, in un momento di grande difficoltà del comparto industriale nel suo complesso".

Il ritiro dei rifiuti urbani di imballaggio sull'intero territorio nazionale ed il riconoscimento ai Comuni dei corrispettivi previsti dal nuovo Accordo Quadro ANCI-CONAI (400 milioni di Euro stimati nel 2014) saranno comunque garantiti. Dalle scatolette per alimenti alle bombolette aerosol, dai grandi fusti industriali ai tappi corona, gli imballaggi in acciaio sono tra i più riciclati: nel 2013 in Italia è stato riciclato il 73,6% dell'immesso al consumo per un totale di 320.231 tonnellate, pari al peso di 23 portaerei "Giuseppe Garibaldi" della marina militare italiana.

LEGNO - Il Contributo Ambientale per il legno passerà dal 1° aprile prossimo dagli attuali 8 euro a 7 euro a tonnellata. Dopo cinque anni in cui il corrispettivo, che le aziende che producono o utilizzano imballaggi di legno devono versare a Conai, si è mantenuto sostanzialmente invariato, questa manovra porta una nuova boccata di ossigeno al settore, che già può vantare il contributo più contenuto a livello europeo per la filiera legno e uno dei corrispettivi più bassi in Italia tra i materiali da imballaggio.

"Un importante segnale di riduzione dei costi, che va a sostegno delle imprese e che contribuisce a creare condizioni favorevoli al consolidamento dei buoni risultati di raccolta e riciclo del legno", conclude Rilegno.

LEGGI anche:

Italia, paradiso del riciclo e dei green jobs

Il riciclo degli imballaggi visto da dentro: viaggio campano, dalla raccolta alla nuova vita (FOTO)

Riciclare i rifiuti fa bene all'economia (e non solo all'ambiente)?

GreenBiz.it

Network