Menu

trudeaujustin

C’è persino uno striptease nel cv di Justin Trudeau, leader canadese liberale, appena eletto primo ministro. I suoi scatti ammiccanti hanno attirato l’attenzione delle donne di tutto il mondo, ma questo leader dallo sguardo seducente ha anche buone intenzioni: presto parlerà con il presidente Usa Barack Obama di cambiamenti climatici.

Il nuovo principe azzurro canadese ha fatto breccia nel cuore e nelle menti dei suoi connazionali, ora però è il momento di parlare di intenzioni.

Al Question Period della CTV, Trudeau ha promesso di abbassare le tasse per il ceto medio e di alzarle invece dell’1% per i più ricchi. Addirittura ha parlato di piccoli deficit, utili a rilanciare l’economia.

Ma Trudeau ha buoni propositi anche sul fronte dell’ambiente. In vista del summit Onu di dicembre, ha annunciato che intende sedersi a tavolino con Barack Obama per discutere di una strategia nordamericana per contrastare i cambiamenti climatici.

Obama ha parlato a lungo di quanto sia importante gestire le problematiche ambientali e i cambiamenti climatici e io credo in una strategia che possa coinvolgere tutto il nostro continente, da mettere in atto lavorando proprio in team con il presidente Usa”, ha detto appunto Trudeau poco prima di vincere le elezioni.

In ballo c’è anche una relazione controversa da ricostruire, quella con gli Usa, visto che il Canada ha preso una posizione netta sul fronte della lotta all’Isis e ha appena ritirato i caccia da Iraq e Siria.

trudeau2In tutti i casi, vale la pena di ricordare che, sebbene sia stato ufficialmente eletto anche primo ministro più sexy del mondo, Trudeau è anche "figlio d'arte". Suo padre Pierre è stato primo ministro a cavallo tra anni Settanta e Ottanta.

Un personaggio fuori dagli schemi, spesso, progressista, che probabilmente ha trasferito molte delle sue caratteristiche al figlio. Se, infatti, Justin inizia come insegnante e poi attore, nelle sue vene scorreva già il sangue della politica.