Menu

divestnor

La Norvegia potrebbe iniziare a disinvestire i massicci fondi che tradizionalmente garantisce alle fossili. È questa la speranza che da tempo le associazioni nutrono, in vista della decisione su questo fronte da parte del parlamentonorvegese, prevista per il 5 giugno.

Il paese infatti è stato invitato a cedere completamente i suoi 9 miliardi di euro di fondi statali dal carbone. E il parlamento sarà chiamato a rivalutare le proprie politiche di investimento del Fondo Sovrano nazionale.

Da anni infatti il Fondo Sovrano si arricchisce grazie allo sfruttamento delle vaste risorse di petrolio e gas. Tutto ciò mentre dall'altra parte la stessa Norvegia sosteneva con forza un accordo globale sul clima equo ed efficace.

Di fatto il paese ha ottenuto enormi risultati diventando uno dei pochi al mondo ad essere alimentato completamente dalle rinnovabili. Ma allora perché il Fondo Sovrano continua ad attingere nel petrolio e nel gas?

Il Fondo investe grandissimi capitali nei combustibili fossili, finanziando per oltre 9 miliardi di euro le aziende che estraggono o consumano carbone.

infografica norvegia

Tra poco quindi il paese potrà avere e l'opportunità unica di “smettere di approfittare del disastro climatico causato dai suoi stessi investimenti, abbandonando i combustibili fossili a partire dal carbone. Privarsi del carbone è un piccolo passo per la Norvegia (due norvegesi su tre sono a favore), ma darebbe un forte messaggio alla comunità internazionale”, come hanno sottolineato alcune associazioni, tra cui Framtiden i våre hender, urgewald, Greenpeace Norvegia, WWF Italia e Norvegia, Avaaz e 350.org, che hanno rivolto un appello al paese:

“Vi preghiamo di disinvestire il vostro Fondo Sovrano nazionale dai combustibili fossili, a cominciare dalle aziende che estraggono e consumano il carbone. Siate leader nella lotta al cambiamento climatico e investite in una transizione equa verso un futuro alimentato al 100% da energie rinnovabili”.

Su Twitter non sono mancate le reazioni e gli inviti al grido di #divestnorway

Disinvestire sarebbe un grande passo avanti nel cammino della Norvegia verso un futuro low carbon, anche alla luce del fatto che il paese ha già solide basi fondate sulle rinnovabili e sta assistendo alla svolta rinnovabile anche della compagnia petrolifera Statoil.

Francesca Mancuso

LEGGI anche:

Dopo Enel e E.on svolta 'rinnovabilÈ anche per la compagnia petrolifera Statoil

La Norvegia abbandona il petrolio per investimenti green nelle rinnovabili

La Norvegia ci ripensa: continuano gli investimenti fossili

GreenBiz.it

Network