Menu

ue cina dazi acciaio

L'imposizione dei dazi europei sul fotovoltaico cinese sembra aver innescato un pericoloso effetto domino. Dopo la risposta della Cina, che ha minacciato dazi sul vino proveniente dalla UE, ora arriva la controrisposta nel settore dell'acciaio.

L'anno scorso, infatti, la Cina ha imposto dazi commerciali contro alcuni tipi di tubi d'acciaio provenienti da Spagna e Germania. Dazi che hanno scontentato un po' tutti, persino il Giappone che a dicembre ha dato vita a una procedura di infrazione secondo le regole dell'Organizzazione Mondiale del Commercio.

Secondo quanto risulta a Reuters l'UE avrebbe ora intenzione di appoggiare la richiesta giapponese, per mandare un segnale forte alla Cina: non sono ammessi dazi che non dipendano da reali violazioni della leale concorrenza. Le regole della World Trade Organization vietano infatti agli Stati aderenti di imporre sanzioni commerciali ritorsive e permettono solo di imporre dazi al termine di una coretta e completa procedura d'indagine che abbia fornito prove inconfutabili della concorrenza sleale e dei danni provocati.

A febbraio, tra l'altro, l'Europa ha vinto una disputa al WTO molto simile relativa agli scanner a raggi x sui quali la Cina aveva imposto dazi illegittimi. Si trattava della prima disputa con i cinesi vinta dagli europei. In tutto questo non dobbiamo dimenticare che la Cina ha attualmente in corso una procedura investigativa sul presunto dumping da parte di USA e UE sul polysilicon fotovoltaico, il silicio necessario a produrre celle e moduli.

Ciò complica ulteriormente le cose e lascia pensare che i dazi ai pannelli fotovoltaici cinesi, non voluti da ben 15 Stati UE compresa la Germania, altro non erano che un piccolo tassello in uno scenario ben più grande. Sembrerebbe proprio, infatti, che la guerra commerciale strisciante tra le due potenze economiche sia ben più ampia di quanto si potesse pensare. E sembra anche che qualcuno abbia deciso di dar fuoco alle polveri.

Peppe Croce

LEGGI anche:

- Dazi pannelli cinesi: Pechino risponde con indagine anti-dumping sui tubi in acciaio

- Dazi pannelli cinesi: quali conseguenze per le aziende italiane?

- Dazi pannelli cinesi: la Cina risponde con antidumping sui vini europei

-

GreenBiz.it

Network