Menu

gsecontatore 250x166Chi ha installato un impianto fotovoltaico conosce bene l’esistenza del contatore posto sul sito del Gse, che rammenta implacabile quanto manca allo scadere del Quinto Conto Energia. Ebbene, per mesi tutti lo davano per spacciato già a marzo 2013, invece il contatore rallenta e, anzi, torna indietro. Ecco perché.

IL CONTATORE RETROCEDE - Come sappiamo, il contatore segna quanto denaro di quello destinato al finanziamento statale del fotovoltaico è stato utilizzato. Il limite massimo disponibile corrisponde alla somma di 6,7 mld di euro: raggiunta questa somma il Conto Energia in vigore sarà archiviato. Ma oggi segna 6.556.256.479 euro, mentre a fine gennaio la cifra toccata era di 6.565.090.685 euro. Un bel salto all’indietro quindi.

IL GSE SVELA IL MISTERO - Un errore? Assolutamente no, anzi. Il 9 febbraio il Gse ha spiegato l’arcano, comunicando con una nota che il contatore è stato aggiornato alla cifra di 6.554.565.645 euro come conseguenza “dell’attività di controllo mediante verifica documentale e sopralluoghi, svolta finora dal GSE per accertare la sussistenza dei requisiti previsti dalle norme vigenti e la veridicità delle dichiarazioni rese dai Soggetti Responsabili degli impianti all’atto delle richieste di iscrizione al Registro e di ammissione alle tariffe incentivanti”.

In altre parole, una parte degli incentivi già attribuiti, a seguito di una serie di controlli, è stata ridotta o perfino revocata. Si tratta di impianti già incentivati, dunque, ma che hanno beneficiato dei bonus statali nonostante la presentazione di dichiarazioni non veritiere o il mancato rispetto dei requisiti tecnici e/o amministrativi richiesti per accedere agli incentivi.

IL QUINTO CONTO ENERGIA TERMINERA' PIU' TARDI - Terminati i controlli, quindi, quanto già erogato è stato fatto tornare al mittente e il contatore è stato aggiornato. A questo punto il Quinto Conto Energia potrà, con tutta probabilità, guadagnare qualche mese di vita, le ipotesi parlano della sua fine non prima dell’estate.

Anna Tita Gallo

GreenBiz.it

Network