Menu

bhutan zero waste

Il Bhutan è uno dei Paesi più green del mondo. Il suo tasso di emissioni è davvero trascurabile, essendo pari a sole 0,8 tonnellate pro-capite, secondo la Banca Mondiale. E ora punta all’obiettivo Zero Waste e 100% bio.

Questo paese emette circa 1,5 milioni di tonnellate di carbonio l’anno, mentre le sue foreste ne assorbono oltre 6 milioni di tonnellate, secondo quanto affermato da Proudly Carbon Neutral. Nonostante questo risultato già molto importante, il Bhutan vuole andare oltre e puntare all’agricoltura biologica al 100% entro il 2020 e all’obiettivo Zero Waste da raggiungere entro il 2030.

Nel 2011 il Governo ha lanciato il National Organic Program al fine di aiutare il Paese a raggiungere il proprio traguardo per l’agricoltura biologica e fino a questo momento il programma ha avuto successo.

Grazie all’agricoltura biologica il Bhutan spera di creare nuovi guadagni e nello stesso tempo di evitare gli sprechi, ridurre la propria dipendenza dalle importazioni e ridurre il proprio impatto sul clima.

Al momento il Bhutan dipende ancora molto dalle importazioni alimentari. Ad esempio, almeno il 50% del riso consumato in questo Paese arriva dall’India e dalla Tailandia. Molte persone preferiscono acquistare prodotti importati rispetto a quanto coltivato a livello locale semplicemente per risparmiare.

In Bhutan il rispetto dell’ambiente rimane al primo posto ed è sancito dallo Stato. Infatti la Costituzione stabilisce che il 60% del territorio del Paese debba rimanere ricoperto da foreste. Il livello attuale è del 72%, dunque le regole vengono rispettate e proprio la presenza delle foreste permette di assorbire le emissioni di carbonio.

La produzione di energia avviene soprattutto grazie alle rinnovabili e alle centrali idroelettriche. Anche la mobilità è il più possibile sostenibile, dato che il Bhutan si impegna nell’utilizzo di auto elettriche. L’obiettivo Zero Waste, infine, non dovrebbe risultare difficile da raggiungere, proprio a partire dalle aziende agricole bio, che già da ora riutilizzano ogni scarto per produrre il compost.

Marta Albè

Fonte foto: Twitter

Leggi anche:

Bhutan: la rivoluzione della mobilità elettrica passa per Nissan
Agricoltura 100% biologica: in Italia è pura utopia?
Smart city: 5 Comuni italiani 100% rinnovabili

GreenBiz.it

Network