Menu

ecomondo_2011Si è aperta ieri a Rimini la 15esima edizione della fiera internazionale Ecomondo sul recupero di materia ed energia e dello sviluppo sostenibile. Parallelamente hanno aperto i battenti le nuove edizioni di Key Energy, fiera per l´energia e la mobilità sostenibili e di Cooperambiente, la manifestazione sull'offerta cooperativa di energia e servizi per l´ambiente, a cura di Legacoop.

La kermesse romagnola vanta il patrocinio della presidenza del Consiglio dei Ministri e del ministero dell´Ambiente. E proprio il ministro Stefania Prestigiacomo era attesa anche quest’anno per la tradizionale cerimonia di inaugurazione e taglio del nastro ma, data la situazione governativa attuale, non ha potuto presenziare. “Anche l´Italia investirà mediante prossimi provvedimenti, come accade nonostante la crisi in Inghilterra, in Francia o in Germania, sulla sostenibilità ambientale. L´Italia deve fare di più, perché la green economy è un driver decisivo per la ripresa. Nel nostro Paese sono numerose le imprese, piccole e grandi, che investono sulle fonti di energie pulita, sul corretto ciclo dei rifiuti, la mobilità sostenibile, la bioedilizia, dimostrando quanto l´ecosostenibilità sia la strada giusta – ha comunicato la ministra in un messaggio - Ecomondo ne abbiamo un bellissimo esempio, che testimonia come sia possibile coniugare la tutela dell´ambiente con lo sviluppo economico e quanto ciò sia una scelta vincente, anche in termini di occupazione”.

Il presidente della Regione Emilia Romagna Vasco Errani, che è intervenuto di persona alla cerimonia, ha definito la fiera come un evento importante che “si colloca sul versante più fondamentale e strategico per il mondo di oggi”, mentre Stefano Vitali, presidente della Provincia di Rimini ha dichiarato: “Per noi è motivo di grande ma anche una decisiva base di sviluppo. Qui Fiera, Università e Istituzioni hanno creato un circolo virtuoso dando contenuti ai contenitori”.

All'interno della manifestazione, sempre sul tema della green economy, si è svolto il 2° Forum Internazionale Ambiente ed Energia dal titolo "La Green Economy: un'opportunità' per uscire dalla crisi", promosso da Conai, Legacoop, Regione Emilia-Romagna e Rimini Fiera, organizzato da The European House – Ambrosetti, a cui hanno partecipato i presidenti degli enti promotori.

Le 1.200 imprese in mostra nei tre saloni attendono nei quattro giorni della manifestazione oltre 65.000 operatori da tutto il mondo, migliaia di studenti delle scuole e 7.000 ospiti internazionali. Non potevano mancare sorprendenti iniziative pronte a stupire i visitatori, ce n’è per tutti: per i pantofolai, in mostra un vero e proprio loft ecologico di 120 mq della Waste Recycling, completo di cucina, soggiorno e 2 camere matrimoniali, realizzato con materiali recuperati da impianti nel pisano. Per i medici l’ospedale a “imballo zero” realizzato dalla Mengozzi spa di Forlì che si è anche aggiudicata il Premio sostenibilità ambientale 2011 per un sistema integrato gestione rifiuti sanitari. Anche i detenuti di Bologna e Forlì hanno avuto la loro parte di protagonisti con la trasformazione dei RAEE in opere artistiche. Anche per i bambini sarà possibile avvicinarsi al green life style negli spazi Slow Food, che spiegherà nel corso di attività ludico-didattiche qual è il cibo buono, come si produce rispettando la natura.

Per i tecnologici, Leaf Robot accompagna i visitatori fino al salone Città Sostenibile (con gli oltre 30 progetti originali di Smart Cities) per calcolarne i consumi energetici, Radiobag è il microchip che mette in comunicazione i sacchetti da differenziare con una piattaforma centrale e infine, non poteva mancare applicazione per I-Phone “Messer Viro” che aiuta a differenziare al meglio i rifiuti.

Annalisa Tancredi

 

GreenBiz.it

Network