Menu

trasporto_pubblicoTrasporti pubblici efficienti ed ecologici rappresentano una delle soluzioni al problema dello smog e dei gas serra causati dall'eccesso di traffico urbano. Per questo Siemens, con la sua divisione Mobility, si concentra da tempo nella ricerca di soluzioni alternative e sostenibili, idee e prodotti che sono stati presentati alla Fiera Internazionale UITP di Dubai, in programma fino a domani.

Il futuro dei trasporti pubblici è, secondo la nota azienda, la mobilità elettrica: "I trasporti pubblici elettrici come i treni metropolitani, la metrotramvia e il servizio autobus – afferma Hans-Jorg Grundmann, CEO della Divisione Mobility di Siemens - riducono il consumo di energia e preservano l’ambiente". Per questo l'attenzione alla fiera di Dubai si è concentrata su Inspiro, il nuovo treno metropolitano per il trasporto pubblico, concepito per ridurre il suo impatto con l'ambiente circostante e i consumi di energia. La metropolitana di Varsavia ha già ordinato 35 treni a 6 carrozze, per coprire i suoi 23km di rete e una ricerca dell'Unife (Associazione dell’Industria Ferroviaria Europea) ha stimato una crescita per il mercato mondiale dei veicoli metropolitani pari al 4% all'anno fino al 2016: “Non possono che essere le migliori condizioni per noi, fornitori leader al mondo di soluzioni logistiche e di trasporti pubblici integrati - ha affermato Grundmann. - Vogliamo far parte di questa crescita, soprattutto con la nostra nuova piattaforma metropolitana Inspiro”.


L'azienda tedesca presenta infatti un pacchetto completo di soluzioni integrate per il trasporto pubblico, che comprende progetti ferroviari chiavi in mano, sistemi di controllo delle operazioni, del traffico e della rete ferroviaria e stradale, forniture di energia di trazione, materiale rotabile per il trasporto pubblico e servizi per la linea principale e regionale, a cui si aggiungono la logistica aeroportuale e l’automazione postale.

In esposizione alla fiera di Dubai c'è anche la nuova linea tranviaria Avenio Configurator, progettata seguendo un design che aumenta il confort e riduce i costi di produzione e di mantenimento, nonché l'inquinamento acustico: già utilizzato a Budapest, infatti, le emissioni di rumore sono state ridotte fino a 65db, rendendolo il 15% più silenzioso dei precedenti veicoli operativi su quella linea.

Ma la divisione Mobility di Siemens non si concentra solo sul trasporto pubblico: il suo approccio, definito "Complete mobility", cerca di collegare tra loro le varie modalità di spostamento, con un occhio di riguardo anche alle soluzioni per il trasporto individuale, in modo da offrire un pacchetto integrato, efficiente ed ecologico su tutti i fronti. E sempre alla fiera internazionale UITP, sono stati presentati anche i tram cittadini completamente elettrici e a zero emissioni (il sistema Electric Bus Rapid Transit – e-BRT) e i sistemi di controllo ferroviario del futuro “Operation Control Interaction Lab”.

Un'offerta intermodale per i trasporti urbani e non solo, dunque, che mira ad incentivare spostamenti ecologici e alternativi per far fronte al problema dei cambiamenti climatici e della gestione del traffico nelle città.

Eleonora Cresci

GreenBiz.it

Network