Menu

Stazione di Ricarica Evbility9Una stazione di ricarica per veicoli elettrici gratis, offerta da oggi a tutti i Comuni italiani che ne faranno richiesta con spese di installazione, gestione e manutenzione a carico di aziende nazionali e locali. Saranno loro, con la loro sponsorizzazione, a contribuire ad aprire a migliaia di italiani le porte della mobilità sostenibile.


La start-up lombarda Evbility, infatti, lancia a Smart City Exhibition, dal 16 al 18 Ottobre a Bologna, il prototipo della stazione di ricarica, progettato intorno alle nuovissime centraline di ricarica tutte italiane sviluppata dalla S&H che, tra le tante innovazioni, consentono a tutti i cittadini residenti a cui il Comune abbia concesso il diritto di ricarica gratuita di utilizzare la stazione per ricaricare qualsiasi scooter, microcar o auto elettrica usando come identificativo la sola Carta Regionale dei Servizi.

Nella convenzione proposta da Evbility e dal network nazionale Ecoveicoli, i Comuni che ospiteranno le stazioni avranno il solo impegno di individuare con i promotori del progetto le aree pubbliche dove localizzarle e assumere l'onere dei modesti consumi elettrici derivanti dall'uso pubblico delle stazioni.

Gli obiettivi indicati dall'Unione Europea sono chiari: 125.000 stazioni di ricarica per veicoli elettrici nel 2020 in Italia. Significativi gli impegni del Governo Italiano che, nel quadro del Piano Nazionale Infrastrutturale per la Ricarica di Veicoli Alimentati ad Energia Elettrica, ha in corso l'esame di decine di progetti per la creazione di infrastrutture di ricarica presentate dalle Regioni sul Bando Nazionale che si è chiuso il 16 settembre scorso.

LA SITUAZIONE DELLE STAZIONI DI RICARICA IN EUROPA E GLI OBIETTIVI UE- Ecco i punti di ricarica/veicoli elettrici per Stato membro:

punti di ricarica stati ue

Ma quasi nessuna attenzione, fino ad oggi, è stata dedicata alle migliaia di piccoli e medi comuni italiani sotto i 100.000 abitanti, dove oggi vive il 65% della popolazione del nostro paese. Per loro, però, ora ci sono le stazioni di ricarica Evbility, già in corso di adozione in 12 comuni della provincia di Bergamo (con l'endorsement dell'associazione Agenda21 Isola Bergamasca, Dalmine-Zingonia ) e lo saranno entro Natale in una decina di comuni in Piemonte.

''In questo momento – ha dichiarato Luca Mortara di Elettroventures-Elettronlt che sta seguendo lo start-up dell'iniziativa – è giusto considerare le stazioni di ricarica per veicoli elettrici non solo un servizio pubblico ma anche una forma di moral suasion a favore della conversione alla mobilità sostenibile e all'uso di veicoli a impatto zero che contribuiscano a ridurre significativamente non solo CO2 e PMI scaricati in atmosfera ma anche l'inquinamento acustico delle nostre città e il congestionamento dei centri storici''.

I comuni interessati possono scrivere fin da oggi ai promotori delle installazioni agli indirizzi Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. e Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

Roberta Ragni

GreenBiz.it

Network