Menu

opel ampera e

Arriva una nuova auto che potrebbe rivoluzionare il mondo della mobilità elettrica. Si tratta della Opel Ampera-e che promette 400 km di autonomia.

Si sa che una delle motivazioni che frenano la diffusione delle auto elettriche è la limitazione data dal numero di chilometri da percorrere con una sola carica della batteria, insieme al fatto che è necessaria una maggiore diffusione delle colonnine per la ricarica.

Ora il nuovo modello di auto elettrica vuole semplificare la vita degli automobilisti che scelgono la mobilità sostenibile e mettere a loro disposizione un’autonomia maggiore per cui potranno percorrere ben 400 km senza dover ricaricare la batteria.

In questo modo Opel si mette in competizione con BMW dato che l’autonomia della nuova Opel Ampera-e secondo i dati disponibili supererebbe quella della BMW i3 (330 km). La competizione coinvolge anche la Tesla, rispetto a cui il nuovo modello Opel avrebbe il 25% in più di autonomia.

Opel vuole dichiaratamente superare il problema dell’ansia legata a un’autonomia ridotta della batteria delle auto elettriche. Secondo la casa automobilistica, infatti, la nuova auto elettrica potrebbe persino superare l’autonomia dei 400 chilometri senza la necessità di una ricarica.

Per garantire la massima autonomia la velocità raggiungibile è limitata a 150 chilometri all’ora. Una delle strategie che permette alla nuova auto di avere una maggiore autonomia riguarda la possibilità di auto-ricarica durante il viaggio.

Infatti quando il conducente rilascia il pedale dell’acceleratore avviene un recupero automatico di energia del motore elettrico. La batteria è formata da 288 celle agli ioni di litio, con capacità pari a 60 kWh, mentre il motore è da 204 CV.

La notizia di una maggiore autonomia di percorrenza per le auto elettriche si aggiunge al recente annuncio di un incremento della diffusione delle colonnine di ricarica in tutta Italia. In questo modo la modalità elettrica crediamo possa essere favorita, ma il successo delle novità sarà sempre determinato dalle decisioni degli automobilisti, di cui le aziende dovranno sempre tenere conto per rispondere ad ogni nuova esigenza.

Marta Albè

Leggi anche:

GreenBiz.it

Network