Menu

bmwserieiLa Bmw ha annunciato i progetti per il futuro: investire in nuove tecnologie e soluzioni che le consentano di competere anche con nuove realtà come il car sharing. E quindi si punterà immancabilmente sui veicoli elettrici.

Già lo scorso anno il Ceo Harald Krüger aveva annunciato un piano che avrebbe modificato in maniera incisiva la strategia dell’azienda. Stiamo guidando la Bmw in una nuova era”, ha affermato ora.

E in effetti il suo piano potrebbe essere davvero radicale, paragonabile a quello del 2007, quando lo Strategy One fissava obiettivi ambiziosissimi riguardo la Serie I elettrica. Il nuovo annuncio è quello di voler sviluppare un terzo modello della serie, iNext.

Al momento però non sono stati svelati dati precisi, soltanto che arriverà dopo il 2020. Intanto, entro fine anno la i3 sarà realizzata con una batteria migliore e la i8 avrà una versione roadster. Nel futuro ci sono 7 modelli a batteria, compresa una Mini ibrida plug-in, in attesa appunto della rivoluzione innescata dal brand iNext.

Allo stesso tempo si sperimenteranno le soluzioni a idrogeno, di cui si conoscono i prototipi per ora in grado di garantire 700 km di autonomia, e che sono immaginati comunque in abbinata con l’elettrico. Le auto saranno poi sempre più smart, connesse e dotate di guida autonoma grazie a sperimentazioni nell’ambito di Project i 2.0, dove si lavora su mappe digitali in HDma anche su cloud e intelligenza artificiale.

Anna Tita Gallo

LEGGI anche:

La rivoluzione delle auto elettriche è già qui?

Veicoli elettrici, competitivi entro il 2025. Saranno il 35% delle vendite al 2040

Fotovoltaico in India: le compagnie elettriche a caccia di tetti in affitto per diffondere il solare

GreenBiz.it

Network