Menu

rcn 450BMW, Nissan, Renault e VW sono entrati in una partnership che porterà ad un’evoluzione dell’infrastruttura di ricarica per i veicoli elettrici di Regno Unito e Irlanda. Ma un po’ ovunque nel mondo i big del mercato dell’auto si stanno muovendo in direzione green.

IL PROGETTO - Il progetto punta a creare un network di ricarica multi-standard nel Regno Unito e in Irlanda. È la prima volta che i leader del comparto elettrico si uniscono per accelerare il processo di adattamento della rete, è un punto di svolta verso la mobilità a emissioni zero e anche una spinta per il mercato dei veicoli elettrici.

Il progetto è guidato da Zero Carbon Futures (Sunderland) e conta anche sull’esperienza della ESB, compagnia irlandese del comparto energetico, e dell’università di Newcastle. Una volta completato, il “UK Rapid Charge Network” sarà composto da oltre 70 punti di ricarica multi-standard e coprirà 1,100 km di strade e autostrade principali, che così diventeranno EV-friendly, insieme a 5 porti e 5 aeroporti internazionali.

I punti di ricarica si troveranno quindi sui maggiori collegamenti viari verso città come Liverpool, Birmingham, Leeds, Dublin e Belfast. Lo scopo, naturalmente, è quello di consentire ai viaggiatori di compiere il tragitto più lungo possibile con una ricarica, in tutta tranquillità, senza l’ansia di non trovarne lungo il percorso fino alla propria destinazione finale. Al momento già 10 stazioni di ricarica rapida sono installati, presto ne arriveranno altri 28 e pare che il progetto non si limiterà al Regno Unito.

L’IMPEGNO DELLE CASE AUTOMOBILISTICHE – In generale, tutti i produttori tentano di proporre veicoli più rispettosi dell’ambiente, d'altra parte i trend parlano chiaro. I nuovi trattori Volvo, dal 2016, promettono di risparmiare sul carburante con un miglioramento dell’efficienza fino al 3,5%.

Renault-Nissan e Mitsubishi hanno annunciato una partnership per la costruzione di veicoli elettrici per il mercato giapponese. Greenlots ha stretto un accordo con BMW Group Asia per offrire a Singapore un network di ricarica come parte di un programma di BMW proprio incentrato sulla mobilità elettrica, naturalmente rivolto a chi possiede un’auto BMW. Sul fronte dell’aviazione, Boeing, South African Airways e SkyNRG collaborano per ottenere biofuel da un nuovo tipo di tabacco privo di nicotina.

Anna Tita Gallo

LEGGI anche:

Car sharing: Alphabet lancia un servizio su misura per le aziende

Auto elettriche: vendite raddoppiate in Europa nel 2013

Auto elettriche: 16 miliardi in Cina per le colonnine. Compatibili con le Tesla?

GreenBiz.it

Network