Menu

nissan ufficioUtilizzare le auto elettriche come sistemi di accumulo e di alimentazione elettrica anche degli uffici? Perché no, si può.

Lo ha fatto Nissan, portando a termine con successo un primo test sul campo di un sistema che consente alle aziende di regolare i loro conti energetici mediante lo sfruttamento delle batterie delle Nissan LEAF utilizzate dai dipendenti come vetture di servizio per raggiungere il luogo di lavoro.

COME FUNZIONA - Il Sistema "Vehicle-To-Building" consente di collegare fino a sei Nissan LEAF al quadro di distribuzione dell'alimentazione di un edificio. La carica è programmabile e quindi nelle ore di punta, quando l'elettricità è più cara, l'edificio viene alimentato dalle auto. Viceversa quando l'elettricità è più conveniente accade il contrario. Il sistema garantisce che le Nissan LEAF siano completamente cariche entro la fine della giornata lavorativa, in modo che i loro utilizzatori possano recarsi a casa.

LA SPERIMENTAZIONE - Dallo scorso luglio il Nissan Advanced Technology Center della città di Atsugi in Giappone, ha beneficiato di una riduzione di 25,6KW durante i picchi estivi, tramite il controllo del tempo di ricarica dei veicoli elettrici, con nessun disagio sugli spostamenti quotidiani dei lavoratori o dei loro veicoli. I risultati hanno portato ad una riduzione di circa 2,5 per cento del consumo di energia elettrica nelle ore di punta, con un risparmio di circa 500.000 Yen all'anno in costi di energia elettrica (calcolato sulla base delle condizioni tariffarie energetiche aziendali di Tokyo Electric Power Company).

Nissan prevede di effettuare ulteriori test e perfezionare "Vehicle-To-Building", che è uno sviluppo del sistema "LEAF to Home". Il sistema "LEAF To Home" fornisce alle abitazioni residenziali un flusso ininterrotto di elettricità immagazzinata nelle batterie ad alta capacità a bordo dei veicoli elettrici Nissan LEAF (EV).

In questo modo i proprietari di Nissan LEAF potranno ricaricare le loro auto con elettricità generata mediante i pannelli solari oppure durante la notte, quando la domanda è bassa e le condizioni tariffarie più convenienti. Verrà quindi bilanciato il fabbisogno energetico per la fornitura di elettricità alle abitazioni e/o agli uffici durante il giorno, quando la domanda è più alta. Inoltre possono essere anche utilizzati come sorgente di alimentazione di riserva, in caso di interruzione e/o carenza di alimentazione.

Roberta Ragni

GreenBiz.it

Network