Menu

lavoro ufficioLa maggior parte degli impiegati vive esperienze di dolore fisico con una certa frequenza. Non è solo colpa dello stress, ma del tempo che si passa seduti alle scrivanie. È questo, infatti, il principale colpevole dei dolori fisici dei lavoratori: stare incurvati sulla propria postazione, sedersi su una sedia scomoda, gauradare il monitor del computer e utilizzare un mouse sono le abitudini di lavoro che aumentano di più le probabilità di soffrire di dolori fisici.


Lo rivela una nuova ricerca dell'American Osteopathic Association, secondo la quale 2 impiegati su 3 impiegati hanno sperimentato il dolore fisico negli ultimi sei mesi, mentre quasi 1 su 4 crede che solo in parte derivino dal lavoro d'ufficio. Questa percezione errata può portare a ignorare o a non trattare il loro dolore, creando di un ciclo debilitante che provoca dolore cronico e ripetuto.

"Stare seduti a una scrivania tutto il giorno può avere gravi ripercussioni sul corpo, e, con orari di lavoro prolungati e una vita familiare piena, molti impiegati trascurano il dolore fino a raggiungere il momento in cui interferisce con la loro la capacità di lavorare senza la distrazione di un dolore costante", ha spiegato Rob Danoff, medico associato dell'AOA. Ecco, allora, sette semplici consigli per prevenire il dolore, diventando un po' più attivi nella giornata lavorativa:

1) Non incurvarsi: bisogna sedersi in posizione eretta ed evitare di incurvarsi sul computer per coinvolgere i muscoli addominali e ridurre lo sforzo sulla schiena.

2) Tenere i piedi a terra: mettere entrambi i piedi sul pavimento e il resto del corpo risponderà migliorando la postura globale.

3) Mantenere gli occhi dritti: per ridurre lo sforzo sui muscoli del collo, gli impiegati dovrebbero porre il loro monitor del computer in un punto in cui la parte superiore dello schermo sia a livello degli occhi, per ridurre la tensione sui muscoli del collo.

4) Evitare il mouse: quando si clicca e si muove il mouse, assicurarsi che i gomiti stiano vicino al corpo e i polsi non si piegano troppo in avanti o indietro.

5) Alzarsi, sedersi: bisognerebbe impostare una sveglia sul proprio telefono ogni 30 minuti per ricordare di prendersi un attimo di pausa.

6) Andare a trovare un collega: invece di inviare email o telefonare, meglio spostarsi fino alla scrivania di un collega per parlargli si persona. Per le conversazioni più lunghe, meglio svolgere una riunione in piedi.

7) Prendere la "via" meno facile: se possibile, non prendere l'ascensore quando si arriva in ufficio. Prendetevi un paio di minuti in più e salite le scale!

Roberta Ragni

LEGGI ANCHE:

- Tecnica del pomodoro: come gestire il tempo e aumentare la produttività

- Incentivi in denaro ai dipendenti che perdono peso

- Giornata della Felicità: investire sull'"hapiness" conviene anche alle aziende

GreenBiz.it

Network