Menu

fotovoltaico_trisIl supermercato in cui fare la spesa potrebbe essere anche scelto in base a quanto la sua struttura danneggi o meno l’ambiente. In questa ottica, in Sicilia, a partiredal 2011 sarà possibile decidere di fare i propri acquisti nell’unico supermercato della Regione a energia rinnovabile, interamente alimentato da pannelli fotovoltaici, pale eoliche e un cogenatore a olio di colza.

Si tratta della Coop di Campobello di Mazara, uno dei 13 di Coop 25 aprile, la cooperativa di consumo che gestisce 13 punti vendita Coop e inCoop tra Palermo e Trapani con 180 dipendenti e un fatturato di circa 33 milioni di euro. Il progetto è stato presentato a Terrasini nell'ambito della 35esima assemblea generale di Coop 25 aprile convocata per il rinnovo delle cariche sociali e l'approvazione del bilancio. I pannelli fotovoltaici saranno istallati sia sopra i locali del supermercato che sulla zona parcheggi per un'area complessiva di circa 2 mila mq. Le pale eoliche saranno invece 4 e sovrasteranno l'ingresso del punto vendita.

"L'investimento complessivo dell'operazione - ha detto il presidente Nino Tilotta riconfermato nell'incarico – è di circa 1 milione di euro. Il solo impianto fotovoltaico produrrà un risparmio sui costi della bolletta di 50 mila euro gia' dal primo anno e di quasi 900 mila euro in venti anni. È un progetto che si avvale dei finanziamenti del Conto Energia e che prevede una produzione di energia pari a 3.153.000 kwh annui".

Quanto alle pale eoliche, Tilotta ha spigato come si tratti “di micro pale dal design accattivante firmate da Philippe Starck". La potenza complessiva dell'impianto fotovoltaico è di 80 Kwp, quella delle pale eoliche di 8 Mwh pari a 8000 Kwh l'anno. Infine, l'impianto di cogenerazione avrà una potenza elettrica di 380 KW e una potenza termica di 400 Kw, attivando la creazione di un consorzio di agricoltori locali per la fornitura dell'olio di colza.

Nel corso dell'incontro l'assemblea generale ha anche approvato all'unanimità la relazione del presidente e i dati di bilancio che segnano una riduzione costante delle perdite, passando da un conto gestionale negativo di 2.133.744 nel 2008 a 1.499.548 nel 2009.

"Tutto questo - ha concluso Tilotta - nonostante la contrazione del fatturato e grazie ad operazioni come il protocollo di legalita' firmato con la prefettura di Trapani e l'amministrazione giudiziaria della Gruppo 6 (beni sequestrati a Grigoli) di Castelvetrano che ci ha permesso di recuperare circa 120 mila euro di spese di trasporti. Oltre che avviare un percorso di legalita'".

Già nel 2008 l’energia fotovoltaica era arrivata nei supermercati Coop con un piano triennale per la sostenibilità ambientale, che prevedeva l’uso del solare fotovoltaico in 22 negozi di tutta la rete. Il piano destinava 14 milioni di euro alla sostenibilità ambientale e al risparmio energetico, per alimentare a energia solare 22 supermercati e ipercoop di Coop Adriatica in Emilia-Romagna, Veneto, Marche e Abruzzo. Ora tocca ai supermercati siciliani.

Redazione GreenBiz.it

GreenBiz.it

Network