Menu

stress da lavoro vita

Lo stress da lavoro viene ormai definito l’epidemia del 21esimo secolo. In una società sempre più votata all’accumulo di denaro e di beni di consumo è sempre più difficile trovare un equilibrio tra lavoro e vita privata.

Una nuova ricerca ha evidenziato che lo stress da lavoro può ridurre drasticamente la nostra aspettativa di vita. A causa di questo problema potremmo vivere ben 33 anni di meno. Lo studio in questione è stato pubblicato sulla rivista scientifica Health Affairs.

I ricercatori delle Università di Harvard e di Stanford infatti hanno calcolato il numero di anni che lo stress da lavoro potrebbe sottrarre alle nostre esistenze. Alcune categorie, che sono sottoposte a livelli di stress minori, risultano protette.

In ogni caso i livelli di stress e la percezione delle conseguenze dello stress da lavoro si differenziano da un individuo all’altro e dipendono anche dalla professione svolta e dalle modalità personali di affrontare la vita.

I livelli maggiori di stress colpirebbero soprattutto i lavoratori con un basso livello di istruzione ma anche i lavoratori precari e chi si trova, a causa della crisi, alla costante ricerca di un nuovo impiego. Uno dei maggiori fattori di stress riguarda l’impossibilità di controllare e di programmare la propria vita lavorativa per vie delle incertezze tipiche del nostro tempo.

Ecco allora un chiaro richiamo dei ricercatori alle aziende e ai datori di lavoro, a cui viene ricordato di impegnarsi a creare il più possibile un ambiente sereno e collaborativo per i dipendenti, in modo che possano svolgere la propria attività all’insegna della produttività e con orari che permettano loro di mantenere una buona vita privata e famigliare.

Marta Albè

Fonte foto: Telegraaf

Leggi anche:

GreenBiz.it

Network