Menu

start up fruit

Dalla Francia agli Stati Uniti nascono nuove idee per mettere in vendita la frutta imperfetta e ridurre gli sprechi alimentari nella GDO. Dopo le vendite di frutta imperfetta che in Francia hanno avuto un grande successo lo scorso anno, ora negli Usa arriva la start up Imperfect Produce.

A Oakland la start up potrebbe aiutare agricoltori e grande distribuzione nella riduzione degli sprechi alimentari. Gran parte della frutta imperfetta viene sprecata direttamente nei campi. Per il suo aspetto estetico insoddisfacente viene scartata dai fornitori e non arriva sugli scaffali dei supermercati.

I suoi fondatori sono tre imprenditori attivi da tempo nell'ambito degli sprechi alimentari e si muovono con l'obiettivo di riportare nei negozi i prodotti dall'aspetto imperfetto. L'idea della nuova start up va comunque oltre i supermercati, dato che darà la possibilità ad ogni iscritto di ricevere una volta alla settimana una cassetta di frutta imperfetta con uno sconto che va dal 30% al 50%.

Prima di presentarsi su scala nazionale, la start up si prepara ad avviare progetti su piccola scala a Oakland e a Berkeley, a partire dall'estate 2015 e con l'obiettivo di raggiungere 1000 famiglie tra i propri clienti nei primi sei mesi di attività. La start up ha lanciato la propria nuova idea imprenditoriale grazie ad una campagna di crowdfunding su Indiegogo.

Inoltre la start up sta progettando di organizzare nei supermercati esposizioni di prodotti imperfetti, da mettere a confronto con le controparti perfette, ma a prezzi decisamente inferiori.

Non manca l'idea di consegnare la frutta imperfetta nei negozi delle zone più povere di Oakland, dove i punti vendita di prodotti freschi sono poco presenti. L'azienda potrà vendere la frutta a basso prezzo soprattutto perché la acquisterà a prezzi stracciati dagli agricoltori, che altrimenti non avrebbero la possibilità di venderla altrove.

Questo tipo di lotta agli sprechi alimentari permetterà anche di risparmiare acqua, dato che secondo le stime attuali l'agricoltura è responsabile dell'80% dell'acqua utilizzata in California. Lo spreco maggiore di oro blu riguarda il suo utilizzo per la produzione di alimenti che non arriveranno sulle tavole.

imperfect fruit 1

imperfect fruit 3

Salvare la frutta imperfetta porterà benefici agli agricoltori e ai punti vendita nella riduzione degli sprechi alimentari e dal punto di vista economico ma sarà un toccasana anche per l'ambiente.

<>

Marta Albè

Fonte foto: indiegogo.com

Leggi anche:

5 passi per non gettare la frutta e la verdura imperfetta nella GDO

Sprechi alimentari: frutta e ortaggi imperfetti in vendita nei supermercati della Francia

Sprechi alimentari: 10 modi per ridurli in azienda

Network