Menu

i3p politorino 450I3P del Politecnico di Torino è stato riconosciuto il migliore in Italia e 5° in Europa dallo University Business Incubator Index 2014, la classifica mondiale degli incubatori universitari.

IL RANKING - L'I3P, ricordano con una nota, è l’unica voce italiana nella “Global Top 25” e mantiene sostanzialmente le posizioni dello scorso anno: 5° in Europa e 15° a livello globale. Ma intanto è cambiata la base statistica del ranking, che stavolta ha monitorato 300 realtà di 66 Paesi, contro i 150 incubatori di 22 nazioni analizzati nel 2013.

PRIMO TRA GLI ITALIANI - Secondo l’UBI Index, quindi, I3P risulta il meglio posizionato tra gli italiani, mentre in Europa si posiziona dietro a SETsquared dell'università di Bath (Regno Unito), Encubator dell'ateneo svedese di Chalmers, IniTS della Vienna University of Tecnology e DTU Symbion Innovation della Technical University of Denmark.

LA CLASSIFICA MONDIALE – In questo caso la classifica è dominata dall'incubatore statunitense della Rice University. I3P ha sostanzialmente mantenuto le posizioni dell'indice 2013, dove aveva ottenuto il primo posto in Italia, il 4° in Europa e l'11° nel mondo.

Per Marco Cantamessa, presidente di I3P, bisogna vedere “in questo riconoscimento la dimostrazione che l’università italiana, coniugando ricerca e innovazione ai massimi livelli, può contribuire in modo significativo al rilancio del nostro Paese”.

I3P – L’Incubatore d'Imprese Innovative del Politecnico di Torino è stato fondato nel 1999, è una società costituita da Politecnico di Torino, Provincia di Torino, Camera di commercio di Torino, Finpiemonte, Fondazione Torino Wireless e Città di Torino.

Ad oggi ha avviato oltre 160 start up che hanno saputo mettere a frutto i risultati della ricerca in diversi settori: ICT/Social Innovation, Cleantech, Medtech, Industrial, Elettronica e automazione. Nel 2011, I3P ha lanciato TreataBit, percorso di incubazione dedicato ai progetti digitali rivolti al mercato consumer, come portali di e-commerce, siti di social network, applicazioni web e mobile. Finora Treatabit ha supportato 135 idee d'impresa, di cui 69 progetti sono online e 29 sono diventate impresa.

Anna Tita Gallo

LEGGI anche:

Startup Revolutionary Road 2014: nuove opportunita' di lavoro per i giovani innovatori

UK-Italy Innovation Award: ecco le 5 start up italiane vincitrici

GreenBiz.it

Network