Menu

veicoli elettrici Auto elettrica in autostrada: potrebbe essere questa la nuova frontiera della mobilità. L'autostrada del futuro potrebbe essere a zero impatto ambientale. Il progetto riguarda per il momento una delle arterie più trafficate, la Milano-Brescia.

Questo tratto potrebbe, dunque, essere dedicato alle auto alimentate con energia elettrica. I 97 chilometri di autostrada, infatti, sono quelli che contano ogni giorno 113 veicoli in transito. Se il progetto dovesse andare a buon fine, si ridurrebbero le emissioni di CO2 di almeno 26,3 tonnellate ogni mese e si risparmierebbero circa 20 mila tonnellate di carburante.

Il prospetto vorrebbe mettere a disposizione una flotta di 72 auto elettriche, con 18 parcheggi di interscambio e 144 punti di ricarica posti in prossimità delle uscite autostradali e nei nodi di scambio con le principali città. Inoltre, sarebbero stati preventivati 10 punti di fast charge, ossia aree di sosta provviste di tecnologie in grado di ricariche l'80 per cento della batteria in 20 minuti.

Questi punti sarebbero provvisti di pensiline fotovoltaiche per sfruttare le fonti di energia pulita. Grazie a questa idea innovativa, potrebbe venire incentivato anche il car sharing che si propone di fare in modo che più automobilisti possano usufruire della stessa macchina per andare nello stesso posto.

Il progetto pilota si chiama ZET – Zero EMission Territory ed è stato messo a punto da una società di consulenza sulle tecnologie verdi, la Clickutility. Gli investimenti necessari si aggirerebbero attorno ai 3,8 milioni di euro, dei quali 1,8 sono destinati alla flotta, 1,2 alle infrastrutture necessarie e 400 mila euro ai costi di gestione annuale.

Lo studio, per il momento, è al vaglio della fattibilità e della disponibilità di incentivi. Come spiega Carlo Iacovini, responsabile di Clickutility, "il progetto vuole dimostrare che l'auto elettrica è una realtà scoperta anche al di fuori della città per percorrenze medie come i 97 chilometri che uniscono Milano a Brescia".

L'idea nasce da virtuosi esempi europei. Basti pensare all'autostrada A15 in Olanda. Quella che conduce fino a Rotterdam e per circa 160 chilometri costituisce un'arteria autostradale fornita di infrastrutture di ricarica per promuovere e sperimentare l'uso di mezzi elettrici. Si sa che gli italiani fanno fatica ad abbandonare la propria macchina per indirizzarsi a mezzi di trasporto alternativi. Ciò comporterebbe certamente un notevole abbattimento delle emissioni derivanti dal traffico veicolare.

Federica Vitale

GreenBiz.it

Network