Menu

budweiserQual è la strategia di successo per raggiungere la viralità? Qui su GreenBiz.it lo abbiamo ribadito più volte: emozionare e/o divertire. Lo sanno bene i creatori del commercial più condiviso sul web in questi ultimi giorni. Si chiama "Puppy Love" ed è andato in onda durante il Super Bowl, l'evento mediatico americano per eccellenza.

Budweiser ha puntato tutto sull'amicizia tra animali e ha voluto raccontare la storia di un cucciolo di cane legato da un rapporto di affetto e amicizia indissolubile con un cavallo. È una storia commovente - o smielata, a seconda della prospettiva -, in cui il piccolo tenta continuamente di fuggire da una fattoria per andare nella stalla del suo amico.

Viene ripetutamente acciuffato e portato a casa dalla sua proprietaria, a capo del centro di "adozione", come si legge sul cartello (notare: non "allevamento"). Questo accade fino al giorno in cui viene adottato. Sta per andare via per sempre a bordo di un auto, ma i cavalli si oppongono e lo riportano indietro. Il tutto mentre l'annuncio raggiunge, ovviamente, il suo culmine e la musica si gonfia al massimo.

Che cosa ha a che fare tutto ciò con la birra? Assolutamente niente, a parte l'hashtag #bestbuds, che non a caso è stato il più utilizzato su Twitter durante la partita. Ma questo è il Super Bowl e le storie devono colpire per diventare virali.

Il video, realizzato dall'agenzia Anomaly, ha superato i 40 milioni di visualizzazioni su YouTube mentre scriviamo. Ha incassato gli elogi sia dei critici che degli spettatori, che sui social non smettono di raccontare quanto abbiano pianto e si siano emozionati.

La strategia vincente, allora, è chiara: richiamare sentimenti che riscaldino il cuore dei consumatori, esortandoli a dimenticare i loro problemi e mettere una faccina sorridente come commento. Ecco come un video, se ben fatto, può essere più utile di centinaia di parole. E diventare virale.

Roberta Ragni

LEGGI ANCHE:

Video virali: 4 esempi che uniscono green e buona comunicazione
Quando un video diventa virale? 4 consigli per comunicare in maniera contagiosa

La danza del pony: perché la pubblicità della 3 fa impazzire il web (VIDEO)

Lucart sceglie il virale per promuovere "La carta che non taglia gli alberi"

Aggiungi commento

Le idee e le opinioni espresse dai lettori attraverso i commenti a non rappresentano in alcun modo l'opinione della redazione e dell'editore. Gli autori dei messaggi rispondono del loro contenuto.


Codice di sicurezza
Aggiorna

Chi siamo

Network