Menu

google solar impulseGoogle, gigante mondiale delle ricerche sul web, offre il suo aiuto a Solar Impulse, l'aereo 100% fotovoltaico e a emissioni zero. Aperta la pagina business ufficiale su Google+ del progetto, che verrà seguito passo passo da Google.
Google usa la green economy per spingere i suoi prodotti, in particolar modo il suo potente ma assai discusso social network Google+. E lo fa siglando una partnership con uno dei progetti simbolo della transizione al fotovoltaico: l'aereo Solar Impulse.
Già da qualche mese su Google+ era possibile seguire il percorso americano dell'aereo più verde del mondo, alimentato da 12 mila celle fotovoltaiche prodotte da SunPower. Ora, però, la collaborazione tra Google e il team che sta sviluppando l'aereo 100% solare si fa ufficiale con l'apertura di una pagina business di Solar Impulse su Plus.
Che diventa il social network ufficiale del progetto, insieme alla piattaforma YouTube che ospiterà i video delle traversate, interviste e approfondimenti. È assai probabile che il team verrà anche dotato di appositi occhialini Google Glass, tramite i quali piloti e ingegneri potranno riprendere in tempo reale le imprese di Solar Impulse.
La nuova pagina plus di Solar Impulse ha già quasi 350 mila follower, cosa che permette sia a Google che al team di sviluppo dell'aereo di avere grandi vantaggi. Google ci guadagna contenuti di altissima qualità: pensate solo a un video trasmesso in diretta da un aereo che viaggia sugli Stati Uniti o sull'Europa nel massimo silenzio e a emissioni zero.
Come se non bastasse, persino sulla pagina Facebook di Solar Impulse (che conta solo 19 mila fan) è stata modificata la testata che ora invita i follower a seguire il progetto su Plus. Google, infine, rafforza la sua immagine green dopo il recente annuncio dell'acquisto di energia eolica per alimentare alcuni suoi server.
Allo stesso tempo ci guadagna anche Solar Impulse che si trova a disposizione un supporto tecnico di altissimo livello per sfruttare al meglio una serie di mezzi di comunicazione di massa in forte crescita, che comunque sono già gratuiti per tutti.
Ma avere un ingegnere di Google che ti segue mentre fai un hangout da 10 mila metri di quota non è la stessa cosa che fare da soli.
Peppe Croce

GreenBiz.it

Network