Menu

tescoverme confezioneAnche il customer care può diventare qualcosa di brillante, un punto di riferimento reale per il consumatore e un’arma di marketing per fidelizzarlo anche in caso di problemi.

Tesco ha scoperto di avere un dipendente fenomenale nello svolgimento del proprio compito di assistenza al cliente. E l’ha scoperto in un momento che avrebbe potuto diventare critico: un cliente trova un verme nella confezione di cetrioli.

Wes Metcalfe un giorno si reca in un supermercato e acquista un cetriolo. Torna a casa e si accorge che all’interno della confezione c’è un verme, un verme peraltro molto grande e visibile. Decide di scrivere a Tesco utilizzando direttamente i social network, ma con un racconto ironico, in cui chiama i figli per mostrare il nuovo “animale domestico”, purtroppo deceduto.

tescoverme complaint

Da qui si innesca un botta e risposta degno dei migliori manuali di marketing. Da Tesco risponde infatti Rob, che si mostra dispiaciuto per la morte di William – al verme è stato dato un nome – al punto da scrivere un’ode all’animale morto.

tescoverme ode

Seguono poesie, condoglianze e celebrazioni, con tanto di funerale messo in scena a casa Metcalfe e messaggi di cordoglio da parte del dipendente di Tesco.

tescovermefunerale

E la lamentela? Archiviata. Chapeau.

Anna Tita Gallo

LEGGI anche:

I consumatori etici sono noiosi. Ma è davvero così?

Calorie al posto delle marche: dalla Nutella al KitKat, ecco i loghi con l'apporto calorico

Pokémon Go: le aziende poco creative sfruttano male l’app. E Nintendo ne approfitta

GreenBiz.it

Network