Menu

TopCompensate le emissioni di CO2 generate dalla produzione di 1 miliardo di chiusure per il vino, attraverso un progetto di riforestazione in India, nello stato più povero del paese, il Bihar.

È questo uno dei principali risultati presentati dal Gruppo Guala Closures, multinazionale italiana leader mondiale nella produzione di chiusure in alluminio e anticontraffazione per alimenti e bevande, come emerge dalla seconda relazione di sostenibilità che rendiconta obiettivi, programmi e risultati raggiunti nel corso del 2012.

In particolare, grazie a un programma coordinato dall'ONG Up2green Reforestation, sotto il controllo di Ecocert Environnement, per compensare 20.000 tonnelate di CO2, sono stati piantati 80.000 alberi di 17 specie differenti, dando lavoro a più di 3.200 persone. Inoltre, essendo alberi da frutto, queste persone ricaveranno un reddito dalla vendita dei frutti.

"Uno sviluppo economico che vuole crescere e durare nel tempo deve tutelare le risorse naturali e promuovere il rispetto per tutti coloro che abitano il pianeta oggi, e lo abiteranno domani – si legge nel report -. Sostenibilità significa quindi coniugare lo sviluppo economico della nostra impresa con la tutela delle risorse naturali e il rispetto della dimensione sociale".

guala

Ma nel lavoro quotidiano di un grande Gruppo non è sempre facile coniugare le tre dimensioni in un unico approccio. Per questo Guala si è impegnata, ogni volta che progetta un nuovo prodotto, pianifica un investimento produttivo, valuta un'acquisizione o sigla un contratto, a considerare gli aspetti ambientali e sociali alla pari degli altri elementi di scelta e valutazione.

Ogni anno, dal 2010, il Gruppo finanzia dei progetti di riforestazione per compensare una parte delle emissioni di CO2 legate alla produzione delle chiusure per il vino. Nel 2012 il Gruppo aveva compensato 500 milioni di chiusure, attraverso un progetto in Perù. La relazione descrive in dettaglio anche la strategia a breve (2013) e a medio termine (2015). Quali sono i punti chiave? Ce li svela un'infografica:

guala obiettivi

guala obiettivi 2

Roberta Ragni

LEGGI anche:

- Cantine sostenibili: arriva il primo tappo al mondo a zero emissioni di CO2

GreenBiz.it

Network