Menu

intimo greenÈ decisamente green il progetto aziendale di h-earth.com, nato dalla constatazione del progressivo aumento delle patologie della pelle soprattutto negli ultimi anni.

La causa sarebbe l'utilizzo sempre più comune di fibre sintetiche a basso prezzo, con effetti dannosi sulla pelle. Disturbi come dermatiti, allergie, eczemi e irritazioni sono le conseguenze dell'utilizzo di sostanze tossiche per la pelle.

L'azienda ha messo a punto uno studio sui materiali migliori e di provenienza naturale, decisamente derma-compatibili con il fine di dare beneficio alla pelle, contrastando questo tipo di disturbi. È da quest'intento che nasce il progetto h-earth, ossia una linea di biancheria intima studiata per chi ha problemi di questo tipo. Inoltre, si è cercato di andare incontro a tutti i gusti: per gli sportivi, sono stati concepiti dei tessuti che andassero incontro alle diverse esigenze e che non fossero però sintetici; per gli ambientalisti, invece, si è ideato un tipo di tessuto del tutto ecologico e idoneo a qualsiasi attività quotidiana.

La fibra utilizzata è la fibra di amido, di origine vegetale. Questa ha delle proprietà che ricordano quelle delle fibre sintetiche, conservandone tutti i vantaggi, tra i quali l'eliminazione del sudore e dei cattivi odori, mantenendo le caratteristiche tipiche dei tessuti naturali. L'amido, inoltre, è ecologico ed è considerato un batteriostatico naturale. Per questo è molto apprezzato poiché in grado di eliminare i cattivi odori, è ipoallergenico e non accumula calore.

Sulla base di una serie di studi, l'azienda si è concentrata sui materiali naturali che possono dare beneficio alla nostra pelle. Come si legge nel comunicato stampa che spiega la mission dell'azienda "l'utilizzo di queste fibre non vuole sostituire le medicine, ma semplicemente aiutare le condizioni della pelle grazie alle loro proprietà particolari. A partire dall'eliminazione naturale del sudore che può essere irritante per chi ha la psoriasi e aumentare il rischio di dermatiti da contatto e di candida che si sviluppa in ambienti caldo-umidi".

Da non sottovalutare, infine, l'impatto green che questa innovativa linea di intimo ha sull'ambiente. Le stesse fibre utilizzate per fabbricare gli indumenti sono a basso impatto ambientale e h-earth si impegna a riciclare i materiali di scarto. "La nostra produzione è eco-sostenibile: siamo un'azienda a rifiuti zero, in quanto da sempre ci impegniamo in un riciclaggio al 100% dei prodotti di scarto: oltre a smaltire carta, cartone e plastica nelle apposite raccolte, gli scarti tessili li mandiamo a ditte che li riutilizzano per fare interni di materassi (ovatta) oppure, quelli meno idonei, vengono utilizzati per fare il feltro anti-rombo delle automobili" speigano da h-earth.

Federica Vitale

GreenBiz.it

Network