Menu

business sostenibilitàErnst & Young ha presentato il primo osservatorio destinato ad aiutare le aziende nel processo d’integrazione della sostenibilità nel business. Il primo rapporto che raccoglie i risultati raggiunti sarà presentato da EY a ottobre 2016.

L’obiettivo dell’osservatorio, attraverso un monitoraggio continuo del fenomeno, è quello di generare una solida consapevolezza nel management sulla possibilità delle aziende di migliorare il contesto in cui operano, rafforzandone, al contempo, la competitività.

L’osservatorio porterà avanti indagini e studi per approfondire l’argomento e accrescere le competenze manageriali anche attraverso il coinvolgimento di oltre 500 esperti a livello globale. Il primo report si avrà appunto tra un anno.

Perseguire obiettivi di sostenibilità ambientale, economica e sociale consolida la capacità d’innovazione e l’orientamento all’eccellenza e consente alle aziende di ottenere risultati migliori, che si riflettono anche positivamente sull’andamento del titolo in borsa, ricordano da EY.

Uno studio condotto dalla Harvard Business School, “The Impact of a Corporate Culture of Sustainability on Corporate Behavior and Performance”, mostra come a parità di investimento, il ritorno delle aziende high-sustainability sia superiore rispetto a quelle low-sustainability.

L’osservatorio è già stato presentato a Expo Milano. Massimo Antonelli, Responsabile EY dei servizi Assurance in Italia, Spagna e Portogallo, ha aperto la giornata.

"La tradizionale dicotomia profitto-sostenibilità è stata superata e le aziende ne stanno prendendo piena coscienza. Le strategie di sostenibilità integrate nel business sono un obiettivo conseguibile ed è necessario ora individuare il metodo migliore per attuarlo concretamente", ha spiegato.

Presente anche Chris Laszlo, Professor of Organizational Behavior at Case Western Reserve University’s Weatherhead School of Management, che porta la sua esperienza internazionale sul tema. Per lui l'integrazione della sostenibilità richiede sia un business case sia un cambiamento nei comportamenti. Questo si manifesta attraverso una nuova consapevolezza di "connectedness", la sensazione di essere collegati con se stessi, gli altri e il mondo. Infatti, una nuova consapevolezza della “connectedness” è centrale per un cambiamento comportamentale duraturo, le persone che vivono un grande senso di “connessione” sono maggiormente predisposte a prendersi cura degli altri e delle future generazioni.

Anna Tita Gallo

LEGGI anche:

Salone della CSR: acquisti sempre più sostenibili per gli Italiani

The GreenWatcher: quanto sono sostenibili gli esercizi e le attività commerciali?


GreenBiz.it

Network