Menu

caffe 00001Nespresso, noto marchio Nestlè, ha annunciato le proprie Ambizioni di Sostenibilità 2020, presentando, in occasione del secondo incontro annuale del proprio Sustainability Advisory Board, una nuova strategia a protezione e tutela dell'ambiente.

Si tratta di The Positive Cup, un complesso di iniziative volte alla sostenibilità che prevede un investimento complessivo di 500 milioni di franchi svizzeri (oltre 400 milioni di euro) nei prossimi sei anni, con la costituzione di un nuovo Fondo per lo Sviluppo Sostenibile.

La strategia sostenibile presentata da Nespresso, che punta a migliorare le condizioni dei lavoratori della filiera del caffè e a promuovere la sostenibilità ambientale nell'approvvigionamento e nel consumo di questo prodotto, gode del sostegno di tutti i membri del Sustainability Advisory Board, tra cui Rainforest Alliance, Fairtrade International e l'Unione internazionale per la conservazione della natura, oltre al volto pubblicitario e ambasciatore del brand, l'attore americano George Clooney.

"Il nostro approccio alla sostenibilità ha sempre voluto spingersi oltre la semplice minimizzazione degli impatti." - ha commentato Jean-Marc Duvoisin, CEO di Nestlé Nespresso - "Lo sviluppo, insieme ai nostri partner, di programmi più innovativi, dimostra ancora una volta il nostro impegno verso la creazione di valore condiviso, e la volontà di generare impatti positivi per tutte le parti interessate dell'intera catena del valore. Questo investimento da 500 milioni di franchi svizzeri accresce significativamente il nostro impegno in tema di sostenibilità, volto a garantire il successo nel lungo periodo del nostro modello commerciale. Impegno che ci offre la possibilità di assicurarci l'1-2% della produzione mondiale di caffè in grado di soddisfare i nostri rigorosi standard di qualità e gusto attraverso il nostro Programma AAA Sustainable Quality."

Attraverso The Positive Cup, Nespresso mira a raggiungere, entro il 2020, tre obiettivi principali: utilizzare solo caffè proveniente da fonti sostenibili, investendo sui coltivatori nei Paesi in via di sviluppo e aiutandoli a rispettare elevati standard di qualità; gestire in modo sostenibile l'alluminio impiegato nel packaging, dalla materia prima al riciclo; ridurre del 10% l'impronta ecologica dell'azienda e renderla neutrale dal punto di vista delle emissioni di carbonio.

In particolare, la nuova strategia mira a consolidare il Programma AAA Sustainable Quality, il cui obiettivo è rendere trasparente, sostenibile e di maggiore qualità la filiera del caffè a partire dalla tutela degli agricoltori e dal miglioramento delle loro condizioni di lavoro. Il Programma verrà esteso a tre Paesi africani - Etiopia, Kenya e Sud-Sudan - con un investimento di 15 milioni di franchi svizzeri (oltre 13 milioni di euro).

Un impegno, questo, che ha riscosso la piena approvazione dell'ambasciatore del brand, George Clooney, da anni impegnato nel promuovere un maggior impegno internazionale nella risoluzione del conflitto in Darfur e a sostenere la popolazione sudanese.

"Per aspirare a una pace e una prosperità di lunga durata nel Sud Sudan, parte della soluzione consisterà nel diversificare l'economia e le opportunità a vantaggio degli abitanti del Paese." - ha commentato l'attore - "L'investimento di Nespresso e TechnoServe nel settore del caffè in Sud Sudan, nonostante il perdurare del conflitto, offre un reddito essenziale a centinaia di coltivatori e alle rispettive famiglie, che vivono nelle comunità in cui si coltiva il caffè. Si tratta anche di un investimento per un futuro di pace e di sviluppo economico del Sud Sudan, caratterizzato dalla creazione e dalla condivisione della ricchezza."

Nespresso ha annunciato anche di aver raggiunto e superato gli obiettivi di sostenibilità del 2013, fissati nell'ormai lontano 2009: un buon punto di partenza per lavorare, nei prossimi sei anni, alla piena realizzazione delle Ambizioni di Sostenibilità 2020.

Lisa Vagnozzi

Leggi anche:

Sostenibilità: 4 iniziative di Nespresso per un caffè più "equo" e "green"

GreenBiz.it

Network