Menu

pneumatici pfu 450Pneumatici Fuori Uso. Monitorare i conferimenti nelle piazzole comunali, ricondurre le situazioni anomale al sistema corretto di gestione, promuovere le applicazioni della gomma da riciclo presso la Pubblica Amministrazione. Sono questi gli obiettivi dell'accordo siglato dall'Associazione Nazionale dei Comuni Italiani ed Ecopneus, società senza scopo di lucro per il recupero dei Pneumatici Fuori Uso (PFU).


Il protocollo di intesa, infatti, è finalizzato ad azioni congiunte di studio, monitoraggio e informazione sul fenomeno dell'abbandono-conferimento di PFU nei punti di raccolta comunali e sul tema dell'assorbimento della gomma da riciclo in applicazioni e utilizzi governati dalle P.A..

Tutto questo servirà a riportare nello schema di gestione dei PFU quelle quantità che oggi ne rimangono escluse e sono oggetto di abbandoni e conferimenti anomali, motivando cittadini e soggetti economici in relazione al rispetto della legge e alla corretta gestione dei rifiuti e al risparmio di risorse preziose per il nostro Paese.

L'accordo prevede uno scambio di dati relativi ai flussi di PFU raccolti da Ecopneus e recuperati, e ai flussi di PFU raccolti dai Comuni e dalle aziende incaricate dei servizi di raccolta rifiuti. A tal fine verrà costituito un gruppo di lavoro per analizzare dati ed informazioni disponibili, individuare i Comuni presso i quali si registrano le maggiori criticità, valutare la potenziale presenza sul territorio di flussi irregolari di conferimento, stimare l'evasione fiscale collegata, individuare soluzioni per il recupero di tali rifiuti.

Inoltre, verrà realizzato un catasto degli stock storici per facilitare gli interventi per la rimozione dei PFU accumulatesi per gli abbandoni negli "stock storici". Scopo dell'accordo è anche quello di promuovere l'impiego di gomma da riciclo di PFU nelle applicazioni quali, ad esempio e in via prioritaria, gli asfalti gommati per le strade, le pavimentazioni sportive, manufatti per la sicurezza stradale, per l'isolamento acustico e l'anti-sismica, che prevedono, come soggetti decisori per l'acquisto, la Pubblica Amministrazione, e in particolare i Comuni.

Non mancheranno, chiaramente, le iniziative di comunicazione verso i cittadini, i Comuni e i diversi utenti, come conferenze tematiche, convegni, seminari, premiazioni, articoli, studi e ricerche, per sensibilizzare circa l'importanza di assicurare la corretta gestione dei PFU attraverso il corretto acquisto dei pneumatici nuovi e relativo pagamento dell'eco-contributo.

Roberta Ragni

GreenBiz.it

Network