Menu

polveri sottili

Sviluppare una piattaforma intelligente e multifunzione per l'abbattimento dell'inquinamento atmosferico, in particolar modo polveri sottili, negli ambiti industriali e urbani. È questo l'obiettivo dell'intesa operativa Italeaf, acceleratore di business del gruppo T.E.R.N.I. Research, che supporta e sostiene la creazione di imprese innovative nei settori della green e circular economy e dell'industria sostenibile, e Is TECH, società d'innovazione tecnologica attiva dal 2011 nei settori della ricerca scientifica e industriale.


Con questa intesa, le due realtà si impegnano a collaborare per consolidare ulteriormente la piattaforma attraverso lo sviluppo di un secondo stadio tecnico, da utilizzarsi per l'ossidazione elettrolitica degli idrocarburi leggeri, sequestro dei metalli e dissociazione di composti inorganici, quali ossidi di azoto e anidride solforosa (NOx e SOx), e di un terzo stadio da impiegare, invece, per la trasformazione chimica della CO2 in forma di bicarbonato, molto interessante prevalentemente per gli ambiti di tipo industriale.

Is TECH e Italeaf vogliono anche integrare la filiera operativa, rispetto ai possibili sviluppi della tecnologia APA, in collaborazione con le aziende del network Italeaf, e valutare la localizzazione di alcune fasi di produzione delle piattaforme APA presso gli stabilimenti delle consociate del gruppo T.E.R.N.I. Research. Nell'ambito delle attività di sviluppo e accelerazione di business, verranno valutate anche possibili applicazioni della tecnologia APA, non solo per soddisfare le esigenze di bonifica dell'aria, ma anche per permettere un possibile ampliamento del mercato potenziale di riferimento.

Secondo l'accordo, infine, verrà avviata, infine, la programmazione di azioni di sviluppo delle opportunità di implementazione della piattaforma tecnologica, sia in contesti aziendali e urbani indoor, che attraverso progetti pilota in ambiti multidisciplinari e di tipo urbano. "L'accordo con Italeaf è una riprova dell'efficacia del cammino intrapreso e delle nostre precise scelte di posizionamento, nell'ambito di un sistema rete", ha commentato Giuseppe Spanto, amministratore delegato di Is TECH. Per il coordinamento delle attività, al fine di perseguire gli obiettivi fissati, le due società fanno sapere di avere scelto di costituire un Comitato Tecnico congiunto composto da 4 membri.

Roberta Ragni

GreenBiz.it

Network