Menu

ikeadiyHa aperto i battenti il 10 settembre e resterà aperto fino al 25 il DIY Restaurant di Ikea. A Shoreditch i clienti potranno cucinare le proprie pietanze per gli amici, ne potranno invitare fino a 20. Ci si registra online e si può utilizzare lo spazio messo a disposizione gratuitamente.

DIY sta per “do it yourself” ed indica appunto la possibilità di “fare da sé”. L’idea nasce perché, soprattutto in città come Londra, le persone vanno di fretta, si concedono poco tempo per preparare i pasti, senza contare che spesso non hanno nemmeno appartamenti attrezzati a dovere per invitare ospiti, visto che gli affitti sono costosi. Ma perché rinunciare?

Ikea mette a disposizione le proprie cucine e anche degli “assistenti” che supervisionano la preparazione. È possibile prenotare il proprio posto al “Dining Club” e regalarsi quindi una cena con i commensali che a casa propria non sarebbe stato possibile invitare tutti insieme. Il menu si potrà scegliere tra una serie di classici scandinavi o piatti moderni. E non ci sarà bisogno di riordinare dopo la cena, di questo si occuperà lo staff di Ikea.

Naturalmente i posti vanno a ruba, per chi non fosse riuscito ad accaparrarsene uno ci sono comunque delle sessioni di incontri con chef famosi o personaggi noti del mondo della cucina.

Anna Tita Gallo

LEGGI anche:

Ikea, il fondatore 90enne acquista abbigliamento nei mercatini dell’usato

L’amore ai tempi di Ikea: campagne geniali e sostegno alle cause civili

Better Shelter e Ikea realizzano alloggi per i rifugiati più sicuri e semplici da montare

GreenBiz.it

Network