Menu

ccpbLa comunicazione è spesso per gli operatori della green economy un vero tallone d’Achille. Sappiamo – e alcuni studi confermano – che i report di sostenibilità spesso nemmeno vengono aperti, eppure costano tempo e fatica. Una soluzione è spesso quella di scegliere canali più “giovani” e moderni, in primis i social network, o tecniche di comunicazione più dirette. Un caso recente e tutto italiano è quello di CCPB con “La verità del biologico”.

TECNICA DI COMUNICAZIONE – Il linguaggio scelto, in questo caso, è molto attuale. Si sceglie infatti di parlare per immagine, utilizzando un’infografica animata, uno strumento di informazione e comunicazione che accompagna il consumatore in un percorso che inizia di fronte allo scaffale del supermercato e ai prodotti con il bollino di certificazione. Da lì il consumatore viene guidato dal certificatore CCPB in viaggio a ritroso alla scoperta di tutta la filiera di qualità e dei controlli che vengono effettuati.

ccpbfiliera

LE DOMANDE – Anche l’elenco di domande a cui si vuole rispondere è molto trasparente e riprende di fatto gli interrogativi più gettonati tra i consumatori.

• I prodotti biologici sono autentici e sicuri?

• Cosa distingue un prodotto bio?

• È vero che non si usa la chimica nella coltivazione?

• Come riconoscere i prodotto bio?

• Perché costano un po’ di più?

• Sono sani e buoni più degli altri?

• Perché comprare prodotti biologici?

IL MEDIA KIT – In aggiunta, CCPB mette a disposizione un Media Kit per le aziende controllate che vogliono rivolgersi ai propri clienti e prospect per: aumentare la conoscenza e riconoscibilità del bollino di certificazione europeo e di quello CCPB; far comprendere il valore del prodotto biologico certificato che l’azienda propone; convincere chi già acquista biologico e chi ancora non lo fa che del biologico ci si può fidare, perché un prodotto con bollino di certificazione CCPB è sicuro, pulito, trasparente, garantito.

Anna Tita Gallo

LEGGI anche:

Sana 2015: il biologico è un settore in salute (VIDEO)

Il biologico ai tempi di #Expo2015: cosa funziona e cosa no

Certificazioni vegan: dopo il biologico, CCPB certifica i prodotti senza derivati animali. Intervista a Fabrizio Piva

GreenBiz.it

Network