Menu

nissan perugiaNissan ha firmato un accordo di collaborazione s con la Città di Perugia on l'obiettivo condiviso di promuovere la mobilità sostenibile e la diffusione dei veicoli elettrici, per ridurre le emissioni acustiche e di CO2 negli spostamenti urbani.

L'intesa prevede la consegna al sindaco di Perugia, Wladimiro Boccali, di Nissan LEAF, che insieme alla giunta utilizzerà la vettura nelle proprie attività istituzionali.

In base all'accordo il Comune di Perugia favorirà sul proprio territorio la formazione e la conoscenza della mobilità elettrica di casa Nissan tramite il coinvolgimento dell'azienda negli eventi promossi e organizzati sul territorio.

Nissan sarà anche parte attiva con il Comune nell'ambito del "Manifesto per la Mobilità Elettrica e sostenibile a Perugia", che coinvolge le realtà locali nell' intento di ridurre l'impatto ambientale dei veicoli e di diffondere una nuova cultura della mobilità sostenibile.

"La vocazione ad innovare la città di Perugia non nasce da oggi. Perugia può vantare – sottolinea il Sindaco Boccali – oltre trent'anni di progetti considerati esempi di eccellenze in Europa e nel mondo. Dalle prime scale mobili degli anni 70, al "Minimetrò", il primo sistema di metropolitana di superficie inserito in un contesto urbano a forte impronta storica, culturale, ambientale e architettonica della città, fino alla recente incentivazione verso la mobilità elettrica, una delle più importanti priorità delle attività di Programma per la mobilità sostenibile a Perugia anche nell'ambito della sua candidatura, insieme ad Assisi, a Capitale Europea della Cultura 2019 ".

"Siamo lieti di collaborare, dopo Firenze, con un'altra realtà amministrativa impegnata concretamente sul fronte della sostenibilità ambientale come il Comune di Perugia", ha dichiarato Giuseppe George Alesci, Direttore Comunicazione della Nissan Italia. "Siamo infatti convinti che la conoscenza diretta e l'utilizzo in prima persona della mobilità elettrica da parte delle Amministrazioni favorisca più rapidamente anche tra i cittadini la cultura del rispetto e della salvaguardia dell'ambiente, senza rinunciare alle proprie esigenze di mobilità individuale ed al piacere di guida" ha concluso Alesci.

Redazione GreenBiz.it

GreenBiz.it

Network