Menu

cobi I noiosi appuntamenti in sale asettiche e tristi non piacciono ai dipendenti. Cosa ne direste, allora, se le riunioni d’ufficio si spostassero al parco? Svolgerle i consigli d'amministrazione all’aperto, facendo anche del movimento, da oggi è possibile, grazie alla “conference bike”, meglio nota come “CoBi”, una bizzarra bicicletta circolare per sette persone, ideata dall'artista americano, ma residente in Olanda, Eric Staller, sulla quale tutti pedalano e chiacchierano. E a impatto zero.

Con la sua struttura robusta dal peso di circa 200 chilogrammi, la CoBi, profonda 2,5 metri, larga quasi 2 e alta 1,5 metri, sembra un incrocio tra una giostrina per bambini e le biciclette a quattro ruote delle località turistiche. "Tutto è iniziato nel 1991", spiega Staller, quando a New York ha visto l"Octos', una bici ideata per otto passeggeri. "Quando mi sono trasferito ad Amsterdam nel '98, ho realizzato una seconda versione che nel 2000 è entrata in produzione".

Attualmente oltre 250 ConferenceBike possono essere apprezzate in più di 16 Paesi di tutti il mondo, da Berlino, Mosca e Budapest, dove è usata per i bike tour, a San Diego, dove è diventata uno strumento per il team-building aziendale, fino al Giappone e alla Spagna, dove trasporta passeggeri nei parchi a tema. Ed è stata anche esposta al museo delle scienze di Gerusalemme e al Pavillon des Sciences in Francia. Così, questo strampalato veicolo, nato “come simbolo e mezzo per le comunità, per riunire la gente", sta conoscendo un grande successo.

Forse anche perché in una società in cui si dialoga sempre meno, con internet, sms, e social network che hanno modificato il nostro modo di comunicare e relazionarsi, è cresciuto il bisogno di tornare a un dialogo face to face, in cui lo sguardo, il sorriso e il contatto umano sono fondamentali. Per questo un mezzo che consenta di andare a spasso chiacchierando può tornare davvero utile anche nell’ambiente lavorativo, rendendo più piacevole e meno stressante, se non dal punto di vista fisico, almeno da quello mentale, una faticosa riunione.

Ecco cosa pensa della CoBi Brendon Harrington, transportation program manager del gigante informatico Google: “Immaginate che ci sia una persona rivolta in avanti e a seguire altre sei disposte a formare un cerchio. E che il modo in cui viene prodotta e costruita la bicicletta, consenta di andare tutti a una velocità media- contribuendo tutti a spingere la bici in avanti. Ma, dal momento che sono uno di fronte all'altro, le persone possono chiacchierare tra loro, possono condividere idee, possono fare persino una riunione, se lo desiderano”. Insomma, fare riunioni attorno alla tavola rotonda della bike a 7 posti non è un’idea così assurda.

Roberta Ragni

GreenBiz.it

Network