Menu

logistica_merciEpson, l’azienda leader nel settore dell’imaging digitale, ha adottato una politica a basso impatto ambientale che riguarda tutte le divisioni aziendali. Tra queste, alcune soluzioni logistiche che prevedono, quando possibile, l’utilizzo di TIR a più piani che emettono il 40% di CO2 in meno rispetto ai normali autocarri.

Non solo. A livello europeo la Epson ha ridotto lo spazio dei magazzini del 40% per metro quadrato, mantenendo però la stessa disponibilità di prodotti. Oltre agli sforzi per migliorare l’efficienza della catena della fornitura, l’obiettivo è anche quello di ridurre le dimensioni dei prodotti e del packaging, in modo che più prodotti possano essere caricati su un pallet o in un container. Questo non solo riduce l’impatto ambientale, ma comporta minori costi di trasporto sia per noi che per i nostri clienti.

Quanto agli altri aspetti della politica di sostenibilità adottata dall’azienda, è da segnalare l’attenzione per l’efficienza dei prodotti da un punto di vista del consumo energetico. Secondo l’azienda la fase d’utilizzo rappresenta il principale fattore di impatto sull’ambiente di un prodotto. L’idea fondamentale è quella di recuperare prodotti alla fine del ciclo di vita e trasformarli in risorse. In Europa l’Epson ha implementato programmi per riciclare i prodotti a fine vita, affinché non diventino rifiuti.

L’azienda ha inoltre implementato un controllo rigoroso delle emissioni e dei rifiuti generati dai siti produttivi. Il Programma Zero Emissioni impone il riciclo del 100% dei rifiuti generati durante la produzione, con l’obiettivo di promuovere l’uso efficiente delle risorse. Vengono inoltre perfezionati i processi produttivi in modo tale che i clienti possano essere sicuri che i prodotti a marchio Epson vengono realizzati con il minimo impatto sull’ambiente possibile. È stata inoltre modificata la banca dati dei principali agenti chimici usati nei processi produttivi, in modo da ricavarne dati significativi sul loro impatto ambientale e valutare di conseguenza l’impatto ambientale dell’azienda.

Redazione GreenBiz.it

GreenBiz.it

Network