Menu

stress da lavoroStress da lavoro? In Europa è sempre più diffuso e colpisce almeno una persona su quattro. Cresce il numero dei lavoratori che affrontano i propri impegni quotidiani in una condizione di forte disagio, dovuta soprattutto all’insicurezza riguardo alla propria posizione occupazionale, ai salari non adeguati e agli orari di lavoro prolungati oltre misura. Così il lavoro si tramuta, da opportunità di crescita professionale e indipendenza economica, in una vera e propria malattia.

Ormai lo stress da lavoro viene definito come una patologia accertata. A confermarlo è l’Ordine degli Psicologi Italiani, attraverso uno studio pubblicato all’interno del volume “Rischio stress lavoro correlato”. Tra le maggiori cause dello stress da lavoro troviamo molestie, mancato supporto da parte di colleghi e superiori, ruoli e responsabilità poco chiari.

A parere degli esperti, anche se in Italia esiste già una legislazione per la tutela dei lavoratori, le aziende potrebbero migliorare le misure di prevenzione dello stress. Grazie ad esse otterrebbero dipendenti più sani e più produttivi, con conseguenze positive sia per la salute dei lavoratori che per il successo dell’azienda.

Lavoratori e aziende dovrebbero collaborare per vincere insieme la battaglia contro lo stress, evitando i maggiori disagi per i dipendenti. Circa la metà dei lavoratori europei ritiene che lo stress sia molto comune sul proprio luogo di lavoro. Tra i fenomeni che impediscono di lavorare con tranquillità vi possono essere i comportamenti scorretti dei colleghi, il senso di frustrazione dovuto a una scarsa considerazione da parte dei superiori, e l’obbligo di seguire turni dalla durata eccessiva, con particolare riferimento al lavoro notturno.

Il volume pubblicato dall’Ordine Degli Psicologi è considerato uno strumento utile ai datori di lavoro, in un’apertura al dialogo sul tema dello stress da lavoro correlato che coinvolga i diretti interessati, dai direttori d’azienda ai dipendenti. Una presentazione del volume “Rischio stress lavoro correlato” è consultabile online.

Marta Albè

LEGGI anche:

mazon stressa troppo i suoi dipendenti?

GreenBiz.it

Network