Menu

lavoro produttivitàLavorare è una necessità, un diritto e un dovere. È parte della propria realizzazione personale e degli obiettivi che ogni cittadino desidera raggiungere. Per quante ore al giorno abbiamo davvero bisogno di lavorare? Lavorare meno ci renderebbe più produttivi? Le aziende dovrebbero tenere conto di alcune riflessioni e dati statistici per migliorare la qualità della vita e la produttività dei lavoratori.

Nel corso del tempo si sono susseguiti numerosi pareri in proposito. Nel 1932 il filosofo inglese Bertrand Russel sosteneva che la soluzione ideale sarebbe lavorare per quattro ore al giorno. Il resto del tempo dovrebbe essere dedicato allo studio della scienza, all'arte e alla scrittura. A suo parere, il progresso scientifico ci avrebbe permesso in futuro di lavorare di meno.

John Meynard Keynes aveva previsto che entro il 2030 avremmo potuto lavorare per non più di 15 ore alla settimana. Ottant'anni dopo è evidente che i lavoratori trascorrono in ufficio o in fabbrica almeno il doppio delle ore. Eppure un certo calo sarebbe in corso, non soltanto a causa della crisi economica.

I dati comunicati dall'Oecd, relativi ai Paesi ricchi, mostrano che oggi la maggior parte dei cittadini lavora per un numero inferiore di ore alla settimana rispetto al 1990. La spiegazione è molto semplice. Gli impiegati più produttivi, e quindi pagati meglio, trascorrono meno ore in ufficio.

lavorare meno 1

Lavorando di meno la produttività è maggiore, così come la concentrazione, ed essere pagati di più porta ad una maggiore dedizione. Per quanto riguarda la situazione europea, gli stacanovisti del lavoro sono i greci, con 2000 ore all'anno. Tra coloro che lavorano di meno troviamo i tedeschi, con 1400 ore all'anno e una produttività più elevata del 70%.

lavorare meno 2

Trascorrere meno tempo sul luogo di lavoro significa anche incrementare le ore da dedicare alla famiglia e al tempo libero. La conseguenza? Meno stress e più relax, anche in ufficio. Del resto Bertrand Russel lo aveva già previsto ottant'anni fa: "Lavorare di meno garantirà felicità e gioia di vivere, anziché stress, stanchezza e dispepsia".

Marta Albè

GreenBiz.it

Network