Menu

lavoro_green_2011Un altro anno è appena trascorso. E il 2011 ci ha già regalato qualche novità soprattutto a favore dell'ambiente. Ricordiamo infatti che dal primo gennaio sono stati banditi i sacchetti di plastica e si prospetta un anno ricco di novità.

Passato il momento dei bilanci del 2010, adesso è giunto il momento di guardare avanti, immaginando cosa potrà riservarci il nuovo anno. Lo ha già fatto GreenMe.it, che ha stilato una lista delle 10 eco-parole del 2011. Tra referendum sul nucleare, conferenza di Durban e privatizzazione dell'acqua ci sarà sicuramente da discutere.

Si prospetta anche un incremento all'interno del settore della Green Economy. Le energie pulite e tutto ciò che attorno ad esse ruota stanno infatti generando nuovi posti di lavoro. Un esempio positivo è costituito da Opde che di recente ha comunicato l'apertura di nuovi impianti fotovoltaici in Puglia e Piemonte, che si vanno ad aggiungere agli 11 già realizzati lo scorso anno.

Ma allora, alla luce di queste considerazioni, quali saranno le professioni più richieste del 2011? Sotto il profilo occupazionale, cosa ci sarà da aspettarsi dal nuovo anno?

Secondo una recente indagine svolta da Infojobs, il noto canale di domanda/offerta di lavoro online, oltre all’intramontabile sales manager, le aziende durante l'anno in corso andranno a caccia di professionisti del web, ma anche di esperti del settore delle energie rinnovabili. Un 2011 più social, così lo ha definito la società di recruiting, ma al tempo stesso più green.. Saranno questi dunque i nuovi trend del mercato del lavoro. Attenzione all'ambiente e formazione nell'ambito del web saranno i requisiti necessari per trovare un lavoro. Secondo molti, quest'anno dovrebbe lasciarsi alle spalle, almeno in parte, la crisi economica che da tempo ormai ha decimato diversi settori produttivi aprendo nuove possibilità di occupazione.

Un ruolo di primo piano dovrebbe avere il settore del green, che come abbiamo già anticipato, negli ultimi anni è cresciuto progressivamente. Lo ha dimostrato anche un recente studio condotto dall'Omi, l'Osservatorio per il Management Immobiliare dell'Essec business school, secondo cui le aziende, rispetto a 5 anni fa, hanno fatto grossi passi avanti nella riconversione dei propri immobili in chiave sostenibile, grazie ad una differente direzione immobiliare che si occupa di una più corretta gestione delle risorse.

In particolare le figure professionali che nel 2011 saranno più richieste dal mercato saranno: l'energy manager, gli ingegneri ambientali, i tecnici e i progettisti per impianti fotovoltaici. Ma non solo. A queste vanno aggiunte tutte le professioni in qualche modo legate allo sviluppo delle energie rinnovabili e che prevedono una formazione specialistica soprattutto riguardo all'eolico e al fotovoltaico.

Secondo lo studio, inoltre, ad oggi le regioni più attive nella ricerca di personale sono: Lombardia, Emilia Romagna, Veneto, Toscana, Piemonte e Lazio, ma non mancano alcune regioni del Meridione come Campania, Sicilia e Puglia che sono molto interessate alle nuove figure professionali "green".

Francesca Mancuso

GreenBiz.it

Network