Menu

change.orpetizioneverdiuk 450Per la prima volta in 10 anni i Verdi superano il Partito Liberaldemocratico. No, non in Italia, ma nel Regno Unito, dove ora l’ambientalismo (forse) si prepara a sbarcare anche nei dibattiti televisivi. Grazie ad una petizione.

LE PREVISIONISi parla di un 8% per i Verdi, quindi circa un +3%, ma soprattutto si tratta di percentuali al di sopra di quelle dei Lib Dems (7%). La storia italiana ci ha abituati a dubitare dei sondaggi, ma una recente indagine commissionata dal deputato Lord Aschcroft vedrebbe i Laburisti in testa di 3 punti percentuali rispetto ai Conservatori – 31 vs 28% - con l’Ukip (il partito per l’indipendenza britannica) al 18%.

Ma i dati sottolineano – sebbene si tratti di un sondaggio condotto tra un migliaio di persone – che un sorprendente 28% dei giovani tra i 18 e i 24 anni voterà Green. Sarebbe in linea peraltro con i risultati delle Europee.

LA PETIZIONE – Su Change.org una petizione chiede che i Verdi siano invitati tra i leader politici principali nei dibattiti televisivi precedenti alle elezioni del 2015. Al momento l’idea è quella di offrire al pubblico: un faccia a faccia tra David Cameron ed Ed Miliband, un altro tra Laburisti, Lib Dems e Conservatori, un altro ancora con Nigel Farage dell’Ukip, che ha un solo seggio in Parlamento, proprio come i Verdi.

Sarebbe un modo di sentir parlare di più di ferrovie a gestione pubblica, salario minimo e sanità slegata da logiche di profitto, ha ricordato Natalie Bennett, leader dei Greens. E lo stesso Cameron ha ammesso di comprendere la frustrazione dei Verdi per la mancata convocazione ai dibattiti. Lo stesso pensiero emerge da un sondaggio condotto per il Times da YouGov: il 47% degli interpellati vorrebbe di nuovo i Verdi inclusi nei dibattiti politici tra i principali candidati.

Anna Tita Gallo

LEGGI anche:

Fotovoltaico in UK: Governo minaccia taglio a incentivi

Fotovoltaico 2014: il Regno Unito vola verso 2.5 GW

Eolico: nel Regno Unito incentivi alle aziende che lavorano di notte

GreenBiz.it

Network