Menu

Simone TogniSimone Togni è stato confermato come Presidente dell'Anev. Si è svolta ieri mattina l'Assemblea ordinaria dell'Associazione Nazionale Energia del Vento, in occasione della quale sono stati rinnovati gli organi associativi. Le aziende associate hanno confermato la loro fiducia per Togni, al timone già nel triennio precedente, nel ruolo di Presidente.

"In questi anni difficili per il settore eolico, le aziende associate all'ANEV hanno dimostrato grande forza e coesione, coadiuvando gli sforzi per il raggiungimento di risultati soddisfacenti" ha commentato Togni "il proposito è quello di proseguire il percorso in questa direzione con il fine di favorire il dialogo, già in essere, e la collaborazione tra le diverse anime del mondo delle energie rinnovabili, affinché trovino una casa comune. Elemento centrale del mio lavoro per il prossimo triennio dovrà essere quello di valorizzare le proposte dell'Associazione per uno sviluppo equilibrato del settore eolico per consentire a questo importante comparto industriale di continuare a crescere".

Dimostrazione del successo avuto in questi anni è dato dalla crescita del numero delle aziende associate giunte a settanta. Tra gli ultimi soci che hanno aderito e che fanno di ANEV la più importante Associazione di una sola filiera tecnologica, ci sono molte importanti aziende tra le quali Edison, Fontel, Riminifiera, Veronagest, GH repower, RenEn.

Rinnovati tutti gli Organi che oggi garantiscono una rappresentanza qualificata e ottimale per le significative sfide che dovremo affrontare. Ecco quali sono:

anev cda

Leggi anche:

Giornata mondiale del vento: ogni Europeo spende 2€ al giorno per importare energia (#my2euros)

Oneri di sbilanciamento: l'eolico non dovra' pagarli, non è programmabile

L'eolico non uccide gli uccelli. Anzi, li salva. Il falso mito sfatato

GreenBiz.it

Network