Menu

Daikin Industries, Ltd. ha da poco annunciato l'acquisizione del business europeo dei refrigeranti della più importante azienda belga operante nel settore chimico, Solvay S.A.

In linea con le direttive della regolamentazione F-gas, l'Europa ha come obiettivo primario quello del passaggio all'uso di refrigeranti a minor impatto ambientale.

"Per questo motivo, oltre alla volontà di tener fede alle responsabilità che derivano dall'essere l'unica azienda a produrre sia i refrigeranti che gli impianti HVAC, Daikin si impegna a contribuire al contenimento del riscaldamento globale promuovendo la diffusione di refrigeranti a minor potenziale di riscaldamento globale (GWP) e minimo impatto ambientale", si legge in una nota.

L'acquisizione di Solvay è un passo per entrare a far parte a pieno titolo dell'industria europea dei refrigeranti, ereditando dall'azienda anche un'importante base produttiva nel vecchio continente. Inoltre, l'azienda espanderà ulteriormente la gamma di refrigeranti destinati alle due e quattro ruote, con l'obiettivo di raggiungere un fatturato, sul mercato globale dei refrigeranti, di 30 miliardi di yen nel 2018.

Nel corso dell'anno fiscale 2015 verranno poste in essere anche altre iniziative che prevedono, tra l'altro, il recupero e la riutilizzazione del gas refrigerante presente sul mercato e lo sviluppo di un refrigerante eco-sostenibile, per le applicazioni automotive.

Grazie a questa acquisizione, Daikin intende anche consolidare i rapporti con le case automobilistiche europee ed espandere ulteriormente il fatturato generato dai prodotti fluorurati in questo comparto industriale, imprimendo un'accelerazione allo sviluppo di prodotti pensati per soddisfare le esigenze dei propri clienti.

Leggi anche:

F-gas: impatto ambientale, gestione e opportunità dei gas refrigeranti in Italia

Posizione di AiCARR sulla proposta di revisione del Regolamento CE 842/2006 sugli F-gas

Il Nuovo Regolamento per gli F-gas è davvero piu' ecologico?

GreenBiz.it

Network