Menu

Detrazione 55La proroga dei bonus fiscali su risparmio energetico e ristrutturazioni finalmente è arrivata. Il Consiglio dei Ministri di venerdì 31 maggio ha dato il via al piano di sgravi fiscali, in scadenza alla fine di Giugno 2013, sugli interventi di efficientamento energetico, recependo la Direttiva 2010/31/UE. Sono tante le novità della misura, che mira a promuovere il miglioramento della prestazione energetica degli edifici per conseguire gli obiettivi nazionali in materia energetica e ambientale.

COSA CAMBIA. L'attuale regime di detrazioni fiscali passa dal 55% per gli interventi di miglioramento dell'efficienza energetica degli edifici al 65%, concentrando la misura sugli interventi strutturali sull'involucro edilizio, maggiormente idonei a ridurre stabilmente il fabbisogno di energia. "Un'ultima conferma, e non ne sono previste successive, stabilita per dare la possibilità a quanti non lo avessero già fatto di migliorare l'efficienza energetica del proprio edificio", si legge nel provvedimento.

Così, per le spese documentate sostenute a partire dal 1° luglio 2013 fino al 31 dicembre 2013 o fino al 30 giugno 2014 (per le ristrutturazioni importanti dell'intero edificio), spetterà la detrazione dell'imposta lorda per una quota pari al 65% degli importi rimasti a carico del contribuente, ripartita in 10 quote annuali di pari importo. Il Consiglio dei Ministri ha, inoltre, esteso la proroga delle detrazioni IRPEF prevista nel decreto legge del 50%, dall'ordinario 36%, per spese di ristrutturazioni edilizie fino ad un ammontare complessivo non superiore a 96.000 euro, 48.000 euro nel regime ordinario, fino al 31 12 2013.

INCLUSIONE DELL'ARREDO. La misura è stata estesa anche all'acquisto di mobili finalizzati all'arredo dell'immobile oggetto di ristrutturazione, per un massimo di 10 mila euro (in pratica si concede un bonus di 5.000 euro). Le detrazioni riguarderanno anche gli interventi di ristrutturazione relativi all'adozione di misure antisismiche, nonché all'esecuzione di opere per la messa in sicurezza statica delle parti strutturali degli edifici, in base a quanto già previsto dall'art. 16 bis, comma 1, lett. i) del Testo unico delle imposte sui redditi.

"Si tratta, presumibilmente, dell'ultima conferma per questo genere di benefici fiscali, in quanto espressamente prevista nelle more della definizione di misure ed incentivi selettivi di carattere strutturale, finalizzati a favorire la realizzazione di interventi per il miglioramento e la messa in sicurezza degli edifici esistenti, nonché per l'incremento del rendimento energetico degli stessi", scrive il Consiglio dei Ministri.

CONDOMINI. I condomini avranno più tempo per fruire della detrazione maggiorata sugli interventi energetici. Per loro il bonus fiscale è esteso a tutto il 2014, in ragione del più ampio margine temporale necessario all'assunzione delle delibere assembleari per l'approvazione dei lavori. L'agevolazione, in questo caso, riguarderà le ristrutturazioni "importanti" che coprano almeno il 25% della superficie dell'involucro esterno dell'edificio.

I GRANDI ESCLUSI. Non è stata prorogata oltre il 30 giugno 2013, poi, la detrazione del 55% delle spese per la sostituzione di impianti di climatizzazione invernale con pompe di calore ad alta efficienza e con impianti geotermici a bassa entalpia. Terminerà il 30 giugno 2013 anche la detrazione (iniziata il 1° gennaio 2012) del 55% delle spese per la sostituzione di scaldacqua tradizionali con scaldacqua a pompa di calore dedicati alla produzione di acqua calda sanitaria.

COME ACCEDERE ALLA DETRAZIONE. Il soggetto, incaricato dalla legge, cui inviare la documentazione obbligatoria per fruire delle detrazioni , è l'Enea, che svolge un ruolo di assistenza tecnica agli utenti. È all'Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l'energia e lo sviluppo economico sostenibile che deve rivolgersi il proprietario che ha diritto al rimborso del 50% sui lavori di ristrutturazione, acquisto di mobili, messa in sicurezza sismica degli edifici e del 65% per miglioramenti dell'efficienza energetica di case e condomini (rifacimento di coibentazione, infissi termici).

Per maggiori informazioni clicca qui

Roberta Ragni

LEGGI anche:

- Detrazioni fiscali: la proroga aumenterà il PIL dello 0,1%

- Detrazioni fiscali: via alla proroga del 55% e del 50%

- Proroga 55%: perché rendere permanente la detrazione per l'efficienza energetica?

GreenBiz.it

Network