Menu

ecomaginationOltre 5 miliardi di dollari investiti dal 2005 al 2009 nella ricerca e nello sviluppo di tecnologie verdi (di cui 1,5 miliardi solo nel 2009) e altri 10 miliardi in arrivo entro il 2015. Queste sono le cifre che emergono dal Rapporto 2009 di General Electric per ecomagination, il progetto ecosostenibile lanciato dal gruppo nel 2005.

Gli obiettivi che il gruppo si era preposto con il progetto sono stati dunque raggiunti in anticipo di un anno rispetto al previsto e ora si punta a un raddoppio dell’impegno. Nel 2009, GE ha incassato 18 miliardi di dollari con la commercializzazione di prodotti e servizi verdi, ma ha anche ridotto l’intensità e l’emissione di gas serra prodotti dalle sue attività rispettivamente del 39% e del 22% rispetto ai livelli del 2004.

ecomagination è una delle nostre iniziative di maggiore successo a livello di gruppo. Se conteggiato separatamente, il fatturato 2009 di ecomagination sarebbe equivalente a quello di una società Fortune 130, mentre l’incremento del fatturato del progetto equivale a circa il doppio rispetto alla media delle aziende", afferma Jeff Immelt, presidente e amministratore delegato di GE. “I nostri ambiziosi investimenti in ricerca e sviluppo ‘eco’ hanno inoltre avuto un ritorno notevole per i nostri azionisti.”

Come i nostri investimenti in ricerca e sviluppo, anche il giro d’affari generato da ecomagination è cresciuto anno su anno dal lancio, anche in periodi economicamente difficili. Alla luce del successo registrato, siamo pronti a fare ancora di più”, aggiunge Steve Fludder, vice presidente ecomagination. “Quello che continua a ispirarci motivarci è l’idea di sviluppare un’infrastruttura energetica più pulita, più sicura e accessibile. Oggi, ci impegniamo a raddoppiare il nostro investimento per accelerare e guidare questo processo.”

Il bilancio analizza punto per punto i traguardi raggiunti nel 2009, e fissa quelli per il 2010:

- Raddoppiare gli investimenti in ricerca e sviluppo. Nel 2009, GE ha investito 1,5 miliardi di dollari in ricerca e sviluppo “eco”, raggiungendo l’obiettivo con un anno di anticipo. Impegnandosi a proseguire nello sviluppo di nuove tecnologie, GE si impegna a investire altri 10 miliardi di dollari entro il 2015.

- Incrementare il fatturato dei prodotti ecomagination. Nel 2009, il fatturato eco è cresciuto del 6%, raggiungendo i 18 miliardi di dollari anche in un panorama economico globale difficile. Per i prossimi 5 anni, GE punta a incrementare il risultato a doppia velocità rispetto al fatturato globale del gruppo, aumentando lo share di ecomagination sulle vendite totali della società.

- Ridurre le emissioni di gas serra e migliorare l'efficienza energetica delle proprie attività. GE ha ridotto le proprie emissioni del 22% rispetto al 2004 e ha migliorato la propria intensità energetica del 34% rispetto al 2004, superando l'obiettivo del 30% entro il 2012. Inoltre, GE ha ridotto l'intensità dei gas serra del 39% rispetto al 2004. Entro il 2015, GE migliorerà l'intensità energetica delle proprie operazioni del 50% e ridurrà le emissioni assolute di gas serra del 25% (entrambi i valori secondo il riferimento del 2004).

- Ridurre l'utilizzo di acqua e migliorarne il riutilizzo. GE ha ridotto il consumo di acqua del 30% rispetto al 2006, superando l'obiettivo originale del 20% entro il 2012.

- Informare il pubblico. Il gruppo continua a promuovere dibattiti, dialoghi e comunicazioni per coinvolgere il pubblico. Nel corso del 2010, General Electric lancerà una versione aggiornata del sito www.ecomagination.com, attraverso il quale gli utenti potranno conoscere le varie attività del gruppo. .

Redazione GreenBiz.it

GreenBiz.it

Network