Menu

conto_energia_piccoloSiemens sta rafforzando le sue prospettive di business nel settore dell’energia. A renderlo noto è stato Wolfgang Dehen, membro del Managing Board di Siemens e CEO del settore Energy, in occasione di un incontro con gli investitori.

In alcune aree del mercato delle infrastrutture, nell’ambito delle tecnologie energetiche, ci sono buone prospettive. Gli investimenti sono in aumento” ha detto Dehen. “A dirlo è il numero di gare cui siamo stati invitati a partecipare e per le quali abbiamo formulato un’offerta”, ha aggiunto il manager spiegando che “la congiuntura per il mercato dell’energia non è favorevole, ci saranno ancora fluttuazioni considerevoli in alcune aree. Tuttavia stiamo osservando segnali di ripresa della domanda nel business delle rinnovabili, della distribuzione di energia e dei servizi”.

Nel medio termine, Siemens prevede che il volume del mercato dell’energia raggiungerà nuovamente il livello record del 2008. Tra i fattori principali individuati dall’azienda rientrano l’aumento della popolazione mondiale e la costante richiesta di elettricità dei Paesi emergenti. “Siamo perfettamente preparati a gestire questa crescita”, prosegue Dehen. “Siamo l’unica azienda in grado di coprire l’intera catena di valore dell’energia e questo non può che determinare un effetto domino che rafforzerà il nostro business”. Questo significa che la realizzazione di un parco eolico comporta anche un investimento per la connessione alla rete e servizi. Sono ad esempio necessarie delle centrali a gas addizionali per compensare le fluttuazioni della fornitura elettrica basata sulle rinnovabili.

Al centro dell’interesse di Siemens ci sono gli ambiti di sviluppo futuri. Nel business dell’energia eolica l’azienda punta su soluzioni innovative, come la turbina eolica da 3 MW senza moltiplicatore di giri, che posizioneranno l’azienda tra i tre fornitori leader a livello mondiale entro il 2012. Non solo. “Continueremo anche ad espandere ulteriormente il business dell’e-mobility, ponendoci come partner per l’industria automotive e per le utilities”, conclude Dehen.

Da un anno e mezzo il settore Energy di Siemens registra risultati stabili all’interno del proprio intervallo di margine, attestato tra l’11% e il 15%. Parallelamente, dall’anno fiscale 2007 al 2009, il settore ha registrato un aumento dei propri investimenti nell’area della ricerca e sviluppo di circa il 50%.

Redazione GreenBiz.it

GreenBiz.it

Network