Menu

atm milanoSi chiude con un utile di 5,3 milioni di euro il bilancio 2013 di Atm. Approvato ieri dagli azionisti, il documento ha mostrato un incremento rispetto ai 4,4 milioni di euro del 2012.

I risultati positivi si devono anche alla crescita del valore della produzione pari a 17,4 milioni di euro (+1,9% rispetto al 2012) e ad una riduzione dei costi di produzione per 3,6 milioni di euro (-0,4% rispetto al 2012), anche se la società ha dovuto fronteggiare la riduzione in valore assoluto del costo che il committente e azionista, ovvero il Comune di Milano, ha potuto sostenere nel 2013 rispetto a quello del 2012 per il contratto di servizio. In questo caso, le risorse destinate dal Comune per ATM Servizi sono scese in valore assoluto di oltre 8 milioni di euro passando da 739,22 milioni di euro nel 2012 a 730,96 milioni nel 2013.

Una scelta operata dall'amministrazione comunale per trovare delle compensazioni ai tagli che il Governo ha operato nei trasferimenti a favore degli enti locali. “Quest'anno l’utile è frutto di uno sforzo gestionale operato dalla società sui fattori tipici che ha portato ad un grande recupero di efficienza operativa. A dimostrazione di ciò, il Margine operativo Lordo (Mol) si incrementa, rispetto al 2012, di 20,9 milioni di euro (+21%) superando i 120 milioni di euro,” spiega Atm.

Da segnalare, inoltre, una contrazione dei costi legati al gasolio da trazione. Il costo sostenuto dalla società nel 2013 ha raggiunto i 37 milioni di euro, pari al consumo di circa 29,9 milioni di litri. Nel grafico seguente è possibile esaminare l'andamento del costo negli ultimi quattro anni.

atm costi gasolio

Mettendo a confronto i dati del 2013 con quelli del 2012, Atm ha mostrato che nonostante un aumento dei consumi dello 0,3% e il corrispondente incremento dei chilometri reali percorsi pari al 2%, si è registrato un aumento dei costi del 7%.

atm costo dellenergia elettrica

Per quanto riguarda invece i costi di produzione, la società ha fatto sapere che sono scesi a 823,3 milioni di euro, con un calo dello 0,4% rispetto al 2012 (826,9 milioni di euro). La riduzione è determinata dal Costo del Lavoro per 5,6 milioni di euro e dalle economie conseguite sui servizi affidati a terzi ed è direttamente correlata all'incremento delle procedure di affidamento contratti tramite gara ad evidenza pubblica, passate dalle 35 nel 2012 alle 62 pubblicate nel 2013. Allo stesso modo, sono aumentate le procedure di affidamento dei contratti tramite gara sotto la soglia comunitaria, passate a 276 nel 2013 contro le 199 del 2012.

La tabella che segue mostra invece i consumi annuali:

atm consumi annuali

Nel prossimo bilancio ci saranno inevitabilmente forti incrementi di costi legati principalmente alle assunzioni necessarie alle esigenze di servizio pretese per far fronte ai picchi di Expo 2015, e gli oneri connessi al mutuo contratto dall’Azienda con la Banca Europea per gli Investimenti per sostenere l’acquisto di nuovi treni,” fa sapere Atm. “Un impegno contrattuale oneroso che implica, oltre alle rate di rimborso e agli oneri finanziari conseguenti, il rispetto di impegni ben precisi in ordine al mantenimento di taluni parametri, in primis margine e patrimonio netto, difficilmente sostenibili in caso di perdite di esercizio accompagnate da ulteriori prelievi di riserve da parte dell’azionista”.

Francesca Mancuso

LEGGI ANCHE:

Atm e Heineken Italia per promuovere i mezzi pubblici di notte a Milano

GreenBiz.it

Network