Menu

L'invito a presentare progetti finalizzati alla realizzazione di interventi integrati per favorire l'occupazione dei giovani nei settori dell'economia del mare e della green economy sta per scadere. Il 21 ottobre 2013 è il giorno ultimo per partecipare al bando da 8 milioni di euro.


Lo ha ricordato l'assessore regionale al bilancio e alla formazione, Pippo Rossetti, intervenendo al Salone Nautico alla tavola rotonda sull'economia del mare e delle strategie di sviluppo per la crescita e l'occupazione. Il bando rientra nell'ambito del piano giovani per favorire l'occupazione di giovani disoccupati, inoccupati oppure persone in cassa integrazione o con forme di contratto non standard di età compresa tra i 17 e i 34 anni.

A CHI SI RIVOLGE - Si rivolge ad amministrazioni pubbliche, enti di formazione, parti datoriali e sindacali, Università, enti di ricerca, imprese che potranno presentare progetti nell'ambito della cantieristica, della nautica da diporto, dei porti, della logistica, della pesca, del turismo crocieristico, delle energie rinnovabili e delle produzioni biologiche.

REQUISITI - I giovani destinatari del bando dovranno essere in possesso di almeno una qualifica triennale o di un diploma di scuola secondaria superiore o di una laurea. Degli 8 milioni stanziati attraverso il fondo sociale europeo, 3 milioni saranno dedicati all'economia del mare e 5 ai progetti sulla green economy.

"Si tratta di progetti – ha spiegato Rossetti - per qualificare nuove figure legate all'economia del mare, sia di tipo portuale che della navigazione proprio per l'importanza che il settore marittimo riveste per la Liguria. Con la green economy speriamo di aumentare la capacità di creare impresa nella manutenzione del verde e nella diffusione di una cultura sui consumi sostenibili in campo energetico".

Per scaricare la documentazione clicca qui

Roberta Ragni

GreenBiz.it

Network